Regione Lombardia, piccoli comuni sono vera ricchezza del Paese, presidio delle identità e tradizioni

Nel corso della seconda seduta del Consiglio Regionale della Lombardia, il Presidente Fontana ha illustrato il programma di Governo.

0
54
Giacomo Cosentino con il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana

Consiglio Regionale, interviene Giacomo Cosentino (Lista Fontana) in occasione della presentazione del programma di Governo del Presidente Fontana: “piccoli comuni vera ricchezza del nostro Paese, presidio delle identità e tradizioni, la Giunta Fontana saprà aiutarli. Gli aiuti alle imprese e la lotta all’immigrazione clandestina sono le priorità.”

Si è tenuta oggi la seconda seduta del Consiglio Regionale della Lombardia in cui il Presidente Fontana ha illustrato il programma di Governo.

Palazzo di Regione Lombardia

L’intervento del Capogruppo della Lista Fontana, il varesotto Giacomo Cosentino, è stato improntato sulla valorizzazione dei piccoli comuni, la difesa delle identità locali e la lotta all’immigrazione clandestina: “Credo che la ricchezza del nostro Paese, senza nulla togliere alle grandi città, siano proprio le piccole realtà locali, in cui vivono grandi lavoratori, persone vere e umili. Luoghi in cui sono ancora presenti e vengono difesi i valori fondanti della nostra cultura: lo spirito di comunità, l’altruismo, la famiglia e le radici cristiane. Ci tengo a sottolineare che proprio grazie alla presenza di una forte identità, queste comunità hanno saputo anche integrare persone straniere: nel comune dove abito io, la Valganna, ho visto bambini musulmani recitare a Natale insieme a bambini cristiani, senza aver dovuto nascondere il presepe.”

“Vivere meglio – prosegue Cosentino – significa anche lavoro: ben vengano gli aiuti alle piccole imprese ed agli artigiani italiani per fare innovazione e competere nello scenario internazionale; fa male continuare a vedere anche nella nostra Lombardia spuntare come funghi realtà straniere che spazzano via quelle nostrane. Il valore del nostro sapere e della nostra manodopera va tutelato con ogni strumento possibile.

Conclude Cosentino “Quando penso al concetto di tutela mi viene subito in mente il tema prioritario della sicurezza: è necessario far rispettare la legge in maniera decisa e senza esitazioni, la lotta all’immigrazione clandestina deve essere portata avanti in maniera seria, per garantire ai lombardi di vivere con serenità nelle proprie città.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here