A Trecate la Polizia Locale è in prima linea

Il mese è iniziato con la denuncia del reato di minaccia aggravata compiuto il 5 marzo quando una automobilista effettuava il sorpasso di un’altra autovettura.

0
38
A Trecate la Polizia Locale è in prima linea
A Trecate la Polizia Locale è in prima linea

Nello scorso mese di marzo la Polizia Locale a Trecate ha effettuato diversi interventi sul territorio, ottenendo risultati importanti per la comunità.

Il mese è iniziato con la denuncia del reato di minaccia aggravata compiuto il 5 marzo quando una automobilista effettuava il sorpasso di un’altra autovettura. Tale atteggiamento non è piaciuto all’altro conducente che, vistosi sminuito, minacciava l’autrice del sorpasso con una pistola. Immediato l’intervento della Polizia Locale che, dopo aver identificato l’autore del fatto, eseguiva nell’immediatezza una perquisizione domiciliare, a seguito della quale provvedeva a deferire all’ Autorità Giudiziaria A.M. residente a Romentino, per il reato di minaccia aggravata.
Il 10 marzo, invece, è stato effettuato un intervento presso il centro commerciale Il Gigante: l’addetto alla sicurezza faceva, infatti, scattare l’allarme e prontamente veniva inviato sul posto un equipaggio della Polizia Locale che provvedeva a fermare B.C. di anni 44 residente a Trecate, che risultava aver asportato alcuni prodotti dalle scaffalature del centro commerciale, occultandole all’interno di una tasca nascosta del proprio giaccone.

Fermato e accompagnato presso il Comando di Viale Cicogna, lo stesso veniva deferito all’ Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato.

Si continua con l’intervento del 14 marzo quando scatta l’allarme al 112 per un ulteriore  furto in atto al centro commerciale il Gigante: sul posto veniva inviata immediatamente una pattuglia della Polizia Locale che, dopo aver fermato G.P. e U.C., entrambe residenti in Trecate, trovate in possesso di  refurtiva poco prima asportata all’interno del Centro Commerciale, provvedeva ad accompagnarle presso il Comando di Viale Cicogna, dove venivano deferite all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto.

L’attività di polizia è continuata con l’intervento del 19 marzo, quando durante un controllo alla circolazione stradale veniva fermato O.M., residente a Novara, che forniva documenti di guida falsi: accompagnato presso il Comando di Viale Cicogna per la sua completa identificazione, lo stesso veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati di falsità materiale, uso di atto falso e guida senza patente, mentre il veicolo veniva sottoposto a fermo amministrativo.

Si conclude infine con l’intervento del 21 marzo scorso, quando al 112 scattava l’allarme perché alcuni conducenti che stavano percorrendo la SP11R, provenienti da Magenta, segnalavano la presenza di un’autovettura che si stava dirigendo verso Trecate sbandando ed invadendo ripetutamente la corsia opposta. Anche in questo caso l’intervento è stato tempestivo, l’autovettura veniva intercettata e fermata, dai successivi controlli emergeva che il conducente G.D., residente a Busto Arsizio, risultava positivo all’alcol test con un valore che lasciava pochi dubbi.

Accompagnato presso il comando di Viale Cicogna lo stesso veniva deferito all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza, mentre l’autovettura veniva sottoposta a fermo amministrativo.

Trecate, 13 aprile 2018

La Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here