Museo egizio da non strumentalizzare

1
30
Museo Egizio,Co-mai;Le comunità del mondo arabo scendono in piazza sabato pomeriggio a favore del Direttore Greco con numerosi piccoli “Faraoni” a favore della cultura e contro le strumentalizzazioni.
Foad Aodi ed Amir Yuones; no alla campagna elettorale basata contro gli arabi,musulmani ed immigrati.
Così le comunità del mondo arabo in Italia e in Piemonte rispondono alle strumentalizzazioni politiche sterili e dannose contro il Direttore del Museo Egizio Dr.Greco e contro gli arabi e musulmani in Italia promuovendo un’iniziativa sabato pomeriggio davanti al Museo Egizio con i rappresentanti delle nostre comunità arabe in Piemonte compresi i centri culturali ,comunità egiziana e tunisina e la scuola della lingua araba il Nil con i suoi allievi i piccoli “faraoni”.
Danno l’annuncio
Foad Aodi,fondatore delle Co-mai(Comunità del Mondo Arabo in Italia ) e dell’Amsi-associazione medici di origine straniera in Italia) ,insieme al responsabile della Scuola Araba il Nil e Coordinatore regionale in Piemonte delle Co-mai Amir Yuones
La nostra preoccupazione aumenta giorno dopo giorno per colpa di questa campagna elettorale mirata contro gli arabi ,i musulmani e gli immigrati da parte di Salvini e Meloni senza mai parlare di proposte concrete a favore dellintegrazione e del dialogo .
Continua Aodi ad argomentare ed avvertire per i pericoli a livello internazionale della campagna elettorale dannosa portata tutti i giorni da Salvini e Meloni e della frenata di collaborazione e cooperazione economica tra l’Italia e i nostri paesi di origine se certi politici vanno al Governo dopo il 4.03 .
Il mondo arabo si chiede dove sono i nuovi politici di alto livello che contribuiscono ad intensificare la collaborazione e il dialogo con i paesi arabi , euromeditteranei e africani come fu Fanfani ,Andreotti ,Craxi e Prodi .conclude Aodi.
Dal canto suo il Direttore della Scuola Araba il Nilo e Coordinatore delle Co-mai n Piemonte Amir Yuones ribadisce che non si può strumentalizzare la cultura per fini politici ed ognuno deve rispettare le culture e gli origini di tutte le civiltà come facciamo noi tutti i giorni in privato e nel pubblico.

1 COMMENT

Rispondi