depuratore di Sant’Antonino Ticino tra odori e firme

0
54
L’importante è pagare la TARI, tassa sui rifiuti

Le esalazioni maleodoranti che provengono dal depuratore di Sant’Antonino Ticino hanno fatto nascere un comitato che si è attivato nel realizzare una raccolta firme con 700 adesioni pronte per essere consegnate in comune a Lonate Pozzolo.

Protraendosi da tempo ormai questo fastioso disagio è arrivato al limite della sopportazione della cittadinanza che chiede una maggior attenzione all’impianto con più controlli e una scrupolosa ricerca per indivuare l’esatta causa della puzza e organizzare il conseguente intervento risolutivo.

Sulla questione si erano mossi anche gli esponenti delle politica amministrativa locale e oggi a dar man forte è arrivata anche questa nutrita raccolta firme che evidenzia quanto sia serio e condiviso oltre che allargato il problema.

Lo stesso provvedimento che viene chiesto a gran voce dai cittadini viene suggerito anche da Regione Lombardia e ora questa delibera torna sulla scrivania del commissario prefettizio nominato in paese.

 

 

Rispondi