BUSTO:“Storie di piazza tra memoria e arte”

0
32
BUSTO:“Storie di piazza tra memoria e arte”
BUSTO:“Storie di piazza tra memoria e arte”

BUSTO:“Storie di piazza tra memoria e arte”.

“Storie di piazza tra memoria e arte”: un video racconta la storia di piazza Vittorio Emanuele II

 

Sabato 9 dicembre alle 17.30 nella “Room” della Residenza del Conte – World Christmas Village, sarà presentato il video “Storie di piazza tra memoria e arte” che racconta e illustra la storia di un angolo antico della città, piazza Vittorio Emanuele II.

Realizzato da SB Production e Icma, il progetto è stato ideato da Sara Pinto, da vent’anni con il suo negozio residente nella piazza, per fare memoria di uno scorcio della città che di storia e vicende ha riempito intere pagine.
Non manca la collaborazione dell’Associazione Spazio Arte Carlo Farioli.
Nel video compaiono infatti fotografie d’epoca e alcune opere del pittore Carlo Farioli, tratte in particolare dall’ultima cartella litografica, intitolata “Ul traslocu dul Munumentu ai Caduti daa Piaza dul Conti”.

“Nei suoi dipinti l’artista usa particolarmente il colore, il movimento della pennellata e del disegno nel tentativo di rendere con il massimo d’immediatezza una straordinaria molteplicità e diversità di visioni. Sua priorità è stata quella di fermare l’immediata emozione dello sguardo con la frantumazione dei dati oggettuali che si snodano davanti ai suoi occhi. Tipici i riferimenti ai temi dei “galli”, delle “corride” realizzati con olio e acrilici sia su tela sia su tavola.” 
Le immagini sono accompagnate da testimonianze e aneddoti interpretati da Antonio Tosi,

detto il Pedéla (ricercatore della bustocchità), Tiziano Riverso, (vignettista), Antonella Rabolini (storica) e Paolo Torresan (architetto).
L’iniziativa, che rientra nella programmazione degli appuntamenti natalizi organizzati dall’Amministrazione comunale, è sostenuta dall’assessorato alla Cultura e Identità.
Alla presentazione parteciperà Manuela Maffioli.
La proiezione continuerà per tutto il periodo delle festività.

FONTE: 

COMUNE DI BUSTO ARSIZIO

Rispondi