I boschi della droga intorno a Marnate

In natura gli spazi vuoti, che siano piazze, boschi o periferie, vengono sempre riempiti e se le autorità e la società civile latitano la malavita se ne impossessa.

0
110
I boschi della droga intorno a Marnate
I boschi della droga intorno a Marnate

I marnatesi sono stufi di non poter più frequentare i boschi della droga intorno a Marnate ormai diventati i luoghi di spaccio incontrollato a cielo aperto.

I comuni di Marnate, Gorla Minore, Gerenzano e Cislago e i loro rispettivi sindaci Marco Scazzosi, Vittorio Landoni, Ivano Campi e Gianluigi Cartabia si sono riuniti intorno ad un tavolo con la presenza anche del Prefetto Giorgio Zanzi, dei carabinieri, della Guardia di Finanza e delle polizie locali, per affrontare il problema e trovare eventuali soluzioni.

L’obiettivo è quello di determinare esattamente le dimensioni e i contorni del problema e individuare le iniziative da mettere in campo per risolvere il problema.

Sulle iniziative da mettere in campo rimane il riservo più assoluto e le soluzioni andranno concordate insieme tra le varie autorità coinvolte.

I cittadini hanno il diritto di riprendersi gli spazi liberi e usufruire dei boschi in totale libertà e sicurezza, senza trovarsi coinvolti in episodi che mettano a rischio la loro incolumità.

In natura gli spazi vuoti, che siano piazze, boschi o periferie, vengono sempre riempiti e se le autorità e la società civile latitano la malavita se ne impossessa.

Marnate 12 novembre 2017

La Redazione

Rispondi