Agusta Westland: acquisiti parte dei documenti forniti dalle autorità giudiziarie indiane

Nello stesso tempo ha anche deciso di non accogliere una seconda parte di documenti

0
68
Agusta Westland: acquisiti parte dei documenti forniti dalle autorità giudiziarie indiane
Agusta Westland: acquisiti parte dei documenti forniti dalle autorità giudiziarie indiane

La Corte di Appello di milano ha deciso di acquisire parte dei documenti forniti dalle autorità giudiziarie indiane sulla Agusta Westland.

La Corte d’Appello di Milano nel corso del processo d’appello per la presunta corruzione internazionale a carico di Giuseppe Orsi e Bruno Spagnolini, che erano ai vertici di Finmeccanica e Agusta Westland ai tempi della vicenda al centro del processo, ha acconsentito l’acquisizione di una parte dei documenti resi disponibili dall’India e ritenuti rilevanti e indispensabili.

Nello stesso tempo ha anche deciso di non accogliere una seconda parte di documenti tra i quali era compresa anche la relazione della Polizia Indiana e alla possibilità di sentire in aula un investigatore indiano.

L’accusa nei confronti dei due manager è quella di avere versato a pubblici ufficiali indiani tangenti per far ottenere ad Agusta Westland una maxicommessa per 12 elicotteri per un ammontare complessivo di 556 milioni di euro.

Le autorità indiane avevano deciso di mettere a disposizione della Corte un grande quantitativo di documenti raccolti dalle autorità giudiziarie di quel paese che sta conducendo una indagine parallela sullo stesso presunto caso di corruzione internazionale e hanno anche esecuzione alla rogatoria internazionale sulle procedure del bando di gara.

L’acquisizione dei documenti, in particolare la documentazione bancaria e quella sulla gara per la fornitura dei 12 elicotteri, era stata richiesta dalla Procura Generale e dal legale di parte civile che rappresenta il Ministero della Difesa indiano.

Milano 15 novembre 2017

La Redazione

Rispondi