Nuovo Regina Margherita: interrotto un intervento a una paziente in narcosi

In sala operatoria, i pazienti già anestetizzati sono stati rispediti a casa causa il guasto di un trapano senza il quale non si potevano continuare gli interventi”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritatoche

0
82
Nuovo Regina Margherita: interrotto un intervento a una paziente in narcosi  
Guasti in sala operatoria pazienti rispediti a casa
 
“Ė inquietante quanto accaduto il 19 settembre nel presidio sanitario di Trastevere Nuovo Regina Margherita, dove vanno ad operare le équipe chirurgiche dell’ospedale San Camillo.
 
In sala operatoria, i pazienti già anestetizzati sono stati rispediti a casa causa il guasto di un trapano senza il quale non si potevano continuare gli interventi”.
 
Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato Michel Emi Maritatoche commenta: “Ci hanno chiamato alcuni familiari per raccontarci il caso assurdo di una assistita, che dopo l’anestesia è stata brutalmente risvegliata e mandata via senza poter effettuare l’intervento programmato da mesi.
 
Oltre al danno dello spostamento di ospedale e dell’attesa quasi annuale, anche la beffa dello strumento guasto senza che in tutta la Asl Roma 1 (Santo Spirito, San Filippo) si reperisse un dispositivo in sostituzione. Anche questa è la sanità del Lazio”, chiosa Maritato. 
redazione Varese Press

Rispondi