“Non possiamo pretendere che un africano sappia che in Italia non può violentare”

0
162

“Non possiamo pretendere che un africano sappia che in Italia non può violentare”

La frase sciocca di un avvocatessa, avv. Carmen Di Genio, durante un convegno.
L’avvocatessa non è sconosciuta,fa parte del Comitato Pari Opportunità della Corte d’Appello di Salerno.

La frase incredibile è stata pronunciata nel corso del Convegno Nazionale sulla Sicurezza e Legalità organizzato dall’ associazione Street Kali, dalla Federazione Italiana Krav Maga e da Servizi Sicurezza Italia.
E non pensate come al solito che è colpa di una certa stampa che estrapola la frase dal contesto per politicizzarla deviando dall’autentica volontà della relatrice.
Riportiamo la frase nella sua totalità per completezza e correttezza, nonchè massima trasparenza:
“In uno Stato di diritto solo l’attuazione del principio di legalità garantisce condizioni democratiche. Rispetto delle regole che si ricollega al problema che sta per affliggerci: il terrorismo. Salerno da poco si è dotata di barriere anti-sfondamento ma il problema è a monte. La prevenzione del terrorismo passa per la regolamentazione e per la disciplina degli ingressi degli extracomunitari in Italia e per l’educazione alle regole di chi viene nel nostro Paese. Non possiamo pretendere che un africano sappia che in Italia, su una spiaggia, non si può violentare; probabilmente lui non conosce questa regola”.

Una frase comunque la si pensi, inopportuna, incredibile immorale, ma persino razzista perchè secondo la signora avvocatessa, in Africa violentano le donne in spiaggia?

Occorre dirglielo che in Italia non si può? 

Per fortuna che si chiama Genio, di cognome, altrimenti cosa avrebbe detto?

 

Giuseppe Criseo

Varese Press