NATURE URBANE E LE CASSE VUOTE. SUCCEDE A VARESE

0
116
NATURE URBANE E LE CASSE VUOTE. 
Spero ardentemente che la l’edizione zero del festival del paesaggio sia un grande successo per la citta’. 
Lo spero e lo auspico da varesino.
 
Tra i 150 e i 200 mila euro di costi per un festival di 10 giorni e’ un grande azzardo mediatico per un comune con le casse vuote. 
 
Proprio ora in un momento in cui si chiedono forti sacrifici ai cittadini con redditi medio/bassi attraverso l’operazione da 2000 stalli blu e relativi abbonamenti da 55 euro al mese, con l’aumento del costo delle mense scolastiche da 4.30 euro a 5, con gli aumenti delle rette di nidi ed asili, con l’allontanamento degli anziani che ricevevano un rimborso mensile per la loro disponibilita’ quotidiana nel far attraversare le strade e nel sorvegliare le scuole cittadine, il festival “deve” assolutamente essere un successo. 
Il Sindaco Galimberti e’ chiamato alla prova dei fatti. 
Gli auguro di vincerla. 
Pena la “rabbia” dei cittadini che ancora non comprendono perché’ far quadrare il bilancio famigliare a partire da questo mese di settembre sara’ ancora più’ complesso proprio a causa delle ulteriori tasse sulla crescita dei propri figli e sui parcheggi, che la giunta varesina, con facilita’ e senza troppe riflessioni, ha loro imposto.
Incrociamo le dita.
 

Rispondi