Fontana, fioriera o monumento in piazza Luciano Zaro

0
71
Fontana, fioriera o monumento in piazza Luciano Zaro
Fontana, fioriera o monumento in piazza Luciano Zaro

Fontana, fioriera o monumento in piazza Luciano Zaro ad Arnate. Questo è il vero problema di Gallarate in questo frangente, tutto il resto conta meno

In una città in cui tutto funziona alla perfezione è ovvio che la destinazione futura della contestata fontana di piazza diventi un argomento topico che coinvolge la città e i suoi politici di punta.
La piazza è quella dedicata a Luciano Zaro Ucciso la sera del 24 novembre 1944 a 20anni a casa sua ad Arnate dalla Brigata Nera comandata dal Maresciallo Crosta.
La fontana è stata costruita dall’amministrazione Mucci poi dimenticata ed abbandonata da quella Guenzani.
È stata lasciata prima con l’acqua putrida, poi svuotata e non funzionante oggi ha l’aspetto di una grandissima cassa da morto posta al centro della piazza: abbandonata e disponibile a qualunque vandalismo.

Fontana, fioriera o monumento in piazza Luciano Zaro
Fontana, fioriera o monumento in piazza Luciano Zaro

Le attrezzature elettriche ed idriche sono state devastate e l’aspetto del vascone è veramente inquietante.
Allora partono le dispute e si scomodano i politici rampanti della città a dire la loro.
La segnalazione dello stato di degrado del vascone parte dal presidente della Consulta Arnate-Madonna in Campagna Rossana Lombardo e la discussione si accende.
Le proposte si moltiplicano: la trasformiamo in fioriera, la demoliamo e facciamo un monumento in onore Caduti di Nassirya, la demoliamo e ne costruiamo una in un angolo e chi più ne ha più ne metta.
Al consigliere comunale di Fratelli d’Italia Giuseppe De Bernardi Martignoni l’idea del monumento in onore Caduti di Nassiriya piace, però vorrebbe capire cosa desiderano veramente gli arnatesi in Piazza Luciano Zaro.
Dal canto suo l’assessore Sandro Rech dice che si stanno valutando una serie di proposte arrivate dai cittadini durante il sopraluogo alla piazza effettuato, tra le quali una fioriera, le ninfee e i pesci rossi, proposte più o meno fantasiosi.
Anche l’opposizione ha la sua proposta che è quella di smantellare completamente la fontana esistente, installare una fontana in un angolo della piazza (tipo quella già esistente all’inizio del ‘900) con acqua potabile, liberando così la piazza, che dovrebbe essere disponibile per l’attività sociale del quartiere, facendo diventare il luogo fruibile da cittadini ed associazioni.
Aldo Simeoni ricorda che la fontana è un intervento voluto dai cittadini e costato un sacco di quattrini e ha chiesto attenzione anche per la fontana di Piazza San Lorenzo.
Germano Dall’Igna non vuole una scelta dall’alto e sostiene che non si può accontentare tutti ma nemmeno il primo che passa all’intorno.
Anche il principale gruppo social cittadino “Sei di Gallarate se….” Interviene nella disputa e Paolo Rossi ha lanciato una consultazione on line con la domanda “Vorresti o no la trasformazione della fontana di Piazza Zaro (Arnate) in Fioriera?” ottenendo un risultato che evidenzia chiaramente l’interesse dei cittadini con 33 mi piace e una settantina di commenti negativi (la pagina ha più di 12mila iscritti).
Insomma l’interesse sulle sorti della fontana riguarda solo stampa e politici, mentre, forse, la gente per strada e nelle botteghe è molto più interessata ad altre faccende tipo il lavoro che manca, i negozi che chiudono e la desertificazione delle periferie con 4 mila persone che non riescono a tirare fine mese in una cittadina di 50mila abitanti come Gallarate.

Noi abbiamo fatto quattro chiacchiere con Franco Pascale che ci abita in Piazza Zaro e già la fontana non gli piaceva quando l’hanno inaugurata nel 2010.
“la fontana è costosa da mantenere -dice Pascale che è un pezzo rilevante della storia della destra gallaratese- d’estate porta le zanzare e d’inverno bisogna spegnerla, meglio che facciamo un monumento ai nostri ragazzi che sono caduti a Nassiriya”
“Ma non ci sono soldi in cassa e forse sarebbe meglio manutenzionarla la fontana e rimetterci l’acqua e riportarla al suo compito originale che è quello di fare la fontana – gli rispondo- i tanti soldi che si dovrebbero spendere per una nuova prestigiosa iniziativa potrebbero invece essere utilizzati per l’ordinaria amministrazione e ai caduti di Nassiriya si potrebbe dedicare una strada o una piazza”.
Gallarate 22 settembre 2017
Fabrizio Sbardella

Rispondi