Diminuiscono i siti di discarica abusivi in Italia, da 102 a 77

Continua con risultati positivi la missione di bonifica delle discariche abusive dichiarate non conformi alle Direttive 77/442 e 91/696 dell'Unione Europea

0
33
Diminuiscono i siti di discarica abusivi in Italia, da 102 a 77
Diminuiscono i siti di discarica abusivi in Italia, da 102 a 77

Diminuiscono i siti di discarica abusivi in Italia colpiti da una sentenza della Comunità Europea che passano da da 102 a 77

Un comunicato stampa del Commissario Straordinario per la realizzazione degli interventi necessari all’adeguamento alla normativa vigente annuncia che sono positivi i risultati dell’opera di soppressione delle discariche abusive esistenti in Italia che sono diminuite da 102 a 77.
Il risultato positivo deriva dalle azioni eseguite in esecuzione della sentenza di condanna dell’Unione europea.
Continua con risultati positivi la missione di bonifica delle discariche abusive dichiarate non conformi alle Direttive 77/442 e 91/696 dell’Unione Europea attraverso la collaborazione sinergica tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), il nuovo Commissario nominato dal Governo che opera con l’apporto dell’Arma dei Carabinieri, le Regioni e i Comuni.
I dati evidenziano il trend positivo: dai 200 siti di discariche abusivi in elenco nel 2014 con una multa semestrale di 39,8 milioni di euro, nel 2016 si è raggiunto il decremento progressivo a 102 siti con 21 milioni di euro, e nel 5 0 semestre concluso il 2 giugno scorso si è conseguito l’ulteriore decremento a 77 siti, un risultato eccellente che riduce a 16 milioni di euro la multa comminata semestralmente al nostro Paese, una diminuzione di 5 milioni di euro dal precedente.
“L’azione complessiva di Governo, del MA TTM, del nuovo Ufficio del Commissario in stretto raccordo con le Regioni e i Comuni — ha sottolineato il Gen.B. CC Giuseppe Vadalà, Commissario Straordinario nominato dal Consiglio dei Ministri il 24 marzo scorso per questa importante missione — ha permesso di cadenzare il lavoro nel rispetto della tempistica del cronoprogramma predisposto”.
La Commissione UE si è complimentata in particolar modo con la Regione Campania per l’impegno e lo sforzo di risanamento e per la bonifica dei siti, che conta ben 14 discariche che fuoriescono dalla sentenza di condanna.
L’apporto specifico del Commissario di Governo previsto ad hoc per questa importante materia, è espressione anche dell’impegno dell’Arma dei Carabinieri, e sta producendo •in questa importante questione a supporto del MATTM risultati che incoraggiano ancora di più a perseguire un prezioso e importante lavoro di squadra per restituire alla collettività i territori nel tempo vilipesi.

Questi siti che si stanno bonificando rappresentano l’esigenza del nostro Paese di non consentire più l’apertura di discariche per “necessità” senza i criteri indispensabili al funzionamento come purtroppo avvenuto in questi casi nel passato, ma di procedere invece in modo sistematico e virtuoso a bonificare per realizzare le condizioni territoriali necessarie alla salubrità e bellezza del nostro territorio.
Complessivamente, restano 77 le discariche abusive sulle quali l’Italia proseguirà il confronto con gli organismi europei: 23 sono in Calabria, 14 in Abruzzo, 11 in Campania, 10 in Sicilia, sei nel Lazio, in Puglia e in Veneto, una nelle Marche.

Roma settembre 14 settembre2017

La Redazione

Rispondi