Dividere la battigia con i nostri amici a 4 zampe

nessuno può intimarvi di lasciare la spiaggia senza motivo, salvo ovviamente le forze dell’ordine

0
67
dividere la battigia con gli amici a 4 zampe
dividere la battigia con gli amici a 4 zampe

Dividere la battigia con i nostri amici a 4 zampe: nessuno può intimarvi di lasciare la spiaggia senza motivo, salvo ovviamente le forze dell’ordine

A molti sarà capitato, soprattutto nel periodo e adesso a ridosso della giornata di Ferragosto ormai imminente, o almeno una volta nella vita, di portare i propri cani in spiaggia e suscitare numerose proteste da parte di quei bagnanti non entusiasti all’idea di dividere la battigia con i nostri amici a 4 zampe.
A differenza di ciò che comunemente pensa la gente, esiste una carta di diritti e doveri che vale la pena conoscere per evitare simili inconvenienti e godersi mare e sole in tutta tranquillità con i nostri piccoli accompagnatori.
Nessuno, titolari degli stabilimenti estivi, bagnanti e bagnini compresi, possono intimarvi di lasciare la spiaggia senza motivo, , che comunque dovranno informarvi della presenza del divieto, che deve essere esplicitato in un’ordinanza comunale.

In ogni caso potete sincerarvi che tale ordinanza abbia tutti i requisti di validità, perché spesso i divieti che spuntano come funghi nei mesi estivi, anche quelli comunali, magari comportano qualche anomalia.
L’ordinanza deve esplicitare il divieto motivato, l’estensione oraria di tale divieto e che sia firmata dal sindaco, da un assessore delegato o dal comandante dei vigili urbani, e pubblicata sull’albo pretorio.
Se anche una sola di queste indicazioni viene a mancare, ecco che il divieto diventa nullo.
Inoltre, se trovate dei cartelli in spiaggia che citano l’ordinanza, devono sempre avere il numero dell’ordinanza di riferimento e la data di scadenza.
A volte invece succede invece l’esatto contrario, nel senso che siamo felici di incontrare dei cartelli che invitano a passare in quel luogo, in quella spiaggia, in quel villaggio turistico, in quella baita, perché ci sono aree predisposte o attrezzate per passare una giornata insieme ai nostri amici animali.

Somma Lombardo 14 agosto 2017

FaBo

Rispondi