Vigili del Fuoco organico carente in provincia di Varese

    0
    165

    I Vigili del Fuoco lanciano un appello: poco organico per un territorio così vasto

    Il consigliere regionale leghista Emanuele Monti interviene a sostegno dei Vigili del Fuoco della provincia di Varese.

    “Rivendicazioni giuste, -sostiene Monti- dallo Stato poca attenzione al nostro territorio”

    “Condivido in toto le preoccupazioni e l’appello lanciato dai Vigili del Fuoco della Provincia di Varese, che giustamente lamentano una carenza di organico per un territorio esteso e popoloso come il nostro” afferma il Consigliere regionale della Lega Nord al Pirellone in una nota.

    Emanuele Monti e Vigili del Fuoco
    Vigili del Fuoco

    “Dalle dichiarazioni dei rappresentanti -prosegue- si evince come il personale sia poco, spesso costretto a spostarsi per coprire i buchi. Ne è un esempio quello che è successo lunedì 8 maggio, con il distaccamento di Somma Lombardo, dove i pompieri sono stati mandati a Malpensa per garantire la sede aeroportuale e proprio in quel giorno si è verificato un incidente a Somma che ha costretto all’intervento i vigili del fuoco di Busto Arsizio, con le conseguenze in termini di tempo perso che si possono immaginare.”

    “Le richieste sono assolutamente legittime -continua Monti- circa gli straordinari e il personale. Purtroppo però è sempre la stessa storia e lo Stato fa come di consueto: mette la testa sotto la sabbia come gli struzzi, fingendo di non vedere le criticità”.

    “La Regione è intervenuta recentemente con una legge ad hoc per dare un po’ di ristoro ai volontari; ci piacerebbe fare altrettanto per gli effettivi, ma purtroppo mancano risorse e competenze. Se il referendum per l’autonomia dovesse portare alle conseguenze che speriamo, la musica potrebbe cambiare e allora si aprirebbero margini per aiutare anche queste realtà, che svolgono un lavoro essenziale -conclude l’esponente del Carroccio- nel presidiare il territorio e nel garantire la sicurezza dei cittadini”.

    Varese 11 maggio 2017

    La Redazione

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here