VARESE ECONOMIA: UNA CONGIUNTURA…TIEPIDA

0
82

Nel secondo trimestre la produzione manifatturiera sale dello 0,5%. Al di sotto della media regionale, dove la crescita è del 2,2%
VARESE ECONOMIA: UNA CONGIUNTURA…TIEPIDA
Intanto il fatturato proveniente dall’estero ha registrato una nuova quota record, salendo al 45,3% del totale

camera commercio

La ripresa resta tiepida, con una produzione manifatturiera che nel secondo trimestre dell’anno ha visto l’industria crescere dello 0,5% mentre l’artigianato risulta in lieve calo (-0,7%). Eppure l’analisi congiunturale elaborata dall’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio evidenzia come le aspettative degli imprenditori restino positive, seppur meno che nel recente passato. Così, Il 63,1% degli artigiani intervistati in quest’ultima indagine, contro il 77% di quella precedente, prevede per il prossimo trimestre la stabilità o perfino l’aumento della produzione manifatturiera. Un andamento analogo registra la fiducia degli imprenditori industriali: qui gli ottimisti, che erano l’85% nello scorso trimestre, sono scesi al 78,3%.

Nonostante la volatilità finanziaria prodotta dalla Brexit, l’instabilità politica dell’area medio-orientale, con le vicende della Turchia in primo piano, e la situazione legata al terrorismo nell’Europa occidentale, l’economia varesina prova quindi ancora a riprendere il passo per superare una delle più profonde crisi degli ultimi anni.

Resta una variazione produttiva nel secondo spicchio dell’anno che rimane lontana dalla media regionale per l’industria (+2,2%), ma le nostre imprese risultano sempre più competitive sui mercati internazionali: la quota di fatturato generato all’estero dall’economia varesina nel periodo aprile-giugno 2016 è salita al 45,3%, un quota record,

Quanto ai singoli settori, è da segnalare il segno più che caratterizza la meccanica (+1,9%), la chimica (+2,5%) e la siderurgia (+7,3%). In difficoltà invece i mezzi di trasporto (-4,4%), l’abbigliamento (-3,1%) e la gomma plastica.

Rispondi