LOMBARDIA. LATTE, FAVA: MINISTRO A CONFERENZA REGIONI, SPERO NON SIA TARDI

0
39

-LOMBARDIA. LATTE, FAVA: MINISTRO A CONFERENZA REGIONI,

SPERO NON SIA TARDI

“IN AUDIZIONE CON AGEA, REGIONE PRONTA A FARE LA SUA PARTE”

(Lnews – Milano, 18 feb) “Spero che la decisione del ministro delle

Politiche agricole Martina di riferire sul latte il prossimo 25 febbraio in

Conferenza delle Regioni non sia tardiva, vista la grave crisi che sta

annichilendo il comparto, ma ringrazio il collega pugliese Leonardo Di

Gioia per aver accolto la mia mozione”. Così l’assessore all’Agricoltura

della Lombardia Gianni Fava affronta il tema del latte, alla luce

dell’audizione che vedrà protagonisti il ministro Martina e Agea in

Conferenza delle Regioni giovedì prossimo.

SERVONO AZIONI CONCRETE – “Il ministro interviene con ritardo –

afferma Fava – ma la vicenda è troppo importante per il futuro della

zootecnia per rimandare ulteriormente. Servono azioni concrete e

tempestive, come anche le stesse organizzazioni agricole hanno

capito, supportando la mia proposta”. L’assessore Fava ribadisce la

posizione lombarda: “Chiederemo la rinuncia al Fondo di solidarietà,

perché nelle condizioni attuali di mercato non è supportabile, oltre al

fatto che deve essere ripensato attraverso nuove modalità di

compartecipazione dell’industria di trasformazione e di tutta la filiera”.

RILANCIO COMPARTO RESTA L’OBIETTIVO – Regione Lombardia è pronta

a fare la propria parte, senza distogliere l’attenzione dall’obiettivo, che

è esclusivamente concentrato sulla sopravvivenza delle stalle e sul

rilancio del comparto lattiero caseario Made in Italy. “Lascio alle

starnazzanti oche del Campidoglio il compito di passare il tempo a

scrivere denigratori comunicati stampa contro il sottoscritto – conclude

Fava – e mi convinco sempre di più, grazie appunto al sostegno di

molte Regioni e del mondo agricolo, che bisogna intervenire prima che

altre imprese agricole gettino la spugna”. (Lnews)

ver

Rispondi