Croce Rossa,safe point

0
32

COMUNICATO STAMPA

PROGETTO “SAFE POINT”: A CATANIA, TRAPANI E PALERMO
CROCE ROSSA PORTA ASSISTENZA AI MIGRANTI RIMASTI SENZA ALCUNA PROTEZIONE

Distribuzione di beni come kit igienici e vestiario, ma anche – e soprattutto – un punto di riferimento e di orientamento ai servizi locali di assistenza sanitaria, legale e psicosociale per quelle persone migranti rimaste fuori dalla rete di accoglienza. È il ‘Safe Point’ della Croce Rossa Italiana, un progetto ideato dalla CRI di Catania che da oggi è approdato in via sperimentale anche a Trapani per proseguire il suo viaggio nelle prossime settimane fino a Palermo.
Sono diverse centinaia, infatti, le persone che, destinatarie di un respingimento differito, o in attesa di un ricorso per la richiesta di protezione, possono diventare facile preda di sfruttatori e trafficanti. Rivolgendosi al ‘Safe Point’ della Croce Rossa, i migranti hanno accesso a uno spazio informativo e di orientamento a servizi locali di assistenza sanitaria, legale e di alfabetizzazione gestiti dalla CRI o da altri Enti e Associazioni.
Nei gazebo, approntati vicino alle stazioni ferroviarie, le persone migranti possono inoltre tutelare il loro diritto all’unità familiare, ricorrendo al servizio di Restoring Family Links che, grazie alla rete Nazionale e Internazionale della Croce Rossa e alla collaborazione con le Istituzioni, aiuta a mantenere o ristabilire i contatti con le famiglie d’origine o a riunire nuclei familiari separati nel corso del viaggio.
Il servizio al momento è disponibile il martedì e il giovedì a Catania e Trapani alla presenza di mediatori culturali e volontari.

Ufficio Stampa e del Portavoce Croce Rossa Italiana
Comitato Centrale CRI
via Toscana n.12, 00187, Roma
Tel. +39.06.47.59.6283

Rispondi