Salerno. Artisti a palazzo

0
41
_______________________________________
Comunicato stampa
 
Il curatore Gina Affinito ha il piacere di presentare un nuovo di ciclo di esposizioni, tese a promuovere ed a far conoscere l’operato di singoli artisti, già inseriti nel panorama contemporaneo italiano:
Artisti a Palazzo | mini personali d’arte
E’ l’occasione per entrare nel vivo del “mondo dell’artista”, nelle sue sfumature, nelle sue impressioni, nelle sue percezioni, nelle sue esternazioni, fino a rendere chiaro, comprensibile e fruibile il suo modo di fare arte, attraverso la presentazione di 5 opere frutto della sua ricerca e del suo percorso artistico, o anche delle sue sperimentazioni.
La location che accoglie questo progetto è Palazzo Sant’Agostino, un antico palazzo nobiliare che si trova nel centro storico di Salerno, affacciato sul Lungomare Trieste.
All’interno del palazzo vi è il “salone di rappresentanza”, dedicato a Girolamo Bottiglieri (che fu il primo presidente della provincia di Salerno nel 1861) e dominato dal quadro di Giuseppe De Mattia raffigurante Costantino l’Africano mentre viene presentato alla famiglia di Roberto il Guiscardo.
L'”aula consiliare” ha un pavimento in cotto e maiolica, opera del maestro Giancappetti, che raffigura lo stemma della provincia.
Oggi è l’attuale sede della Provincia di Salerno e le sale settecentesche all’interno sono adibite, oltre che ad uffici, a Cerimoniali, Convegni, Mostre espositive.
Aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.30 per accogliere visitatori.
La mostra è stata inaugurata mercoledì 25 novembre con vernissage nella Sala Cerimoniale Torre, sita al secondo piano del Palazzo.
Sono intervenuti per donare una “chiave di lettura” diversa dalla critica artistica, suggerita dalle opere che saranno in esposizione:
Prof Agata Di Rubba, poetessa, che ha regalato agli astanti una lettura “emozionale” delle opere
Dr. Claudio Basile, psicologo- psicoterapeuta, che è intervenuto con una riflessione dal titolo
“ CREAZIONE ARTISTICA: UNA FORMA DI ‘CURA’ DEL DOLORE DI ESISTERE“
Sono in esposizione fino al 2 gennaio 2016 le opere di:
Viktoryia Macrì
Chiara Margherita Mazza
Pantaleo Tarallo 
Raffaella Vaira
Oriana Vertucci

Rispondi