LOMBARDIA.SMOG,MARONI: OLTRE 90 LE MISURE GIÀ IN ATTO

0
47
Roberto Maroni dice addio a Roma

LOMBARDIA.SMOG,MARONI: OLTRE 90 LE MISURE GIÀ IN ATTO (Lnews – Milano, 29 dic)

Sono oltre 90 le misure regionali per contrastare l’inquinamento atmosferico già in vigore in Lombardia. Lo ha ricordato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, questo pomeriggio, alla conferenza stampa dopo la riunione della Giunta regionale. Si tratta, in particolare, di: 40 misure sul tema trasporti su strada e mobilità (trasporto privato, trasporto pubblico locale e opere infrastrutturali, trasporto merci); 37 misure sulle sorgenti stazionarie e l’uso razionale dell’energia (fonti rinnovabili, efficienza energetica e uso razionale dell’energia, impianti industriali e trattamento rifiuti, altre sorgenti stazionarie), 14 misure sulle attività agricole e forestali (agricoltura e zootecnia, sistemi verdi). “Queste misure – ha spiegato Maroni – hanno portato, dal 2002 a oggi, a una drastica riduzione dell’inquinamento. Dobbiamo proseguire su questa strada, senza decisioni estemporanee e con misure strutturali”. TRAFFICO – Tra le misure vigenti, il presidente ha ricordato in particolare quelle che riguardano il traffico: il fermo dal 15 ottobre al 15 aprile (dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30) dei veicoli Euro 0 benzina e Euro 0, 1 e 2 diesel in fascia 1 e 2; il fermo permanente (dal 2010) in tutta la regione degli autobus Euro 2 diesel del Tpl; il fermo permanente (dal 2011) in tutta le regione dei ciclomotori e motoveicoli Euro 0 a due tempi. Inoltre, a partire dal 15 ottobre 2016, ci sarà la limitazione anche per i diesel Euro 3 in fascia 1. RISCALDAMENTI – Per quanto riguarda impianti domestici e riscaldamento, già dal 2006 negli agglomerati urbani di Milano, Bergamo e Brescia e in tutti i Comuni con quota sotto i 300 metri è vietata la combustione delle biomasse, dal 15 ottobre al 15 aprile, in stufe e caminetti con efficienza inferiore al 63 per cento. Sono coinvolti in questa misura 8,5 milioni di cittadini. Sono previste anche limitazioni per l’abbruciatura di residui agricoli. (Lnews)

Rispondi