#ITALIA NEL CUORE PIACE AGLI ITALIANI !

0
51

Logo

Fabiana

 

#ITALIA NEL CUORE PIACE AGLI ITALIANI !

ARRIVA DA ROMA LA PRIMA

Sono bastati solo 20 giorni per raccogliere 400 “seguaci” su Twitter, uno dei

Social più seguiti a livello mondiale.

Il profilo del movimento ITALIA NEL CUORE, la metodica di comunicazione che

segue canoni differenti volti ad un approccio costruttivo, l’obiettivo di includere

persone etiche ed oneste che arrivano dal mondo reale: “società civile,

istituzioni, enti, associazioni, magistratura, polizia, carabinieri ecc.”, si stanno

rilevando elementi determinanti per la crescita del movimento, che punta dritto

ad un processo sano di rinnovamento del nostro paese.

Processo che ha l’obiettivo di costruire un sistema che garantisca bisogni

primari ed azioni concrete di crescita, sviluppo e civiltà.

Dopo il risultato ottenuto nei confronti di Noi_Italiani, che ha fatto marcia

indietro dalla scena politica, oggi annunciamo l’ingresso in ITALIA NEL CUORE

della prima attivista DONNA della capitale, Fabiana GIANNI, classe 72, maturità

scientifica e studi in Legge.

Una donna ma soprattutto una mamma che nel 1998 attraverso la nascita della

figlia Diletta, celebrolesa per un danno da Parto, ha avuto inizio il suo approccio

alla disabilità.

Fabiana donna e mamma attiva, nel 2009 costituisce la Fondazione Villa Point,

che diventa ONLUS dal 2012. Una fondazione che per scelta si autofinanzia e si

autogestisce per portare prima di tutto informazione, comunicazione e verità

positiva. Fondazione che corre in soccorso di famiglie con gravi disabilità per

aiutarle a non rimanere isolate socialmente ed economicamente.

Ringraziamo di Cuore Fabiana, per aver intrapreso con noi questo cammino, che

sarà l’inizio di un processo sano di rinnovamento; processo nel quale invitiamo

tutte le persone etiche ed oneste a partecipare.

Contatti: italianelcuore2015@libero.it

Twitter @7novembre2015

Mauro Tiboni e Pietro Boero

ITALIA NEL CUORE

 

—–chi è Fabiana Gianni, attivista e blogger per i diritti civili dei disabili

 

Rispondi