intervista a Paola Macchi by Fabrizio Sbardella

0
44
M5S (Lombardia). Agra (VA). Accordo su contrattualizzazione RSA.

Istantanea 1 (14-11-2015 14-19) Istantanea 2 (14-11-2015 14-20) Istantanea 3 (14-11-2015 14-21) Istantanea 4 (14-11-2015 14-21)
INTERVISTA CON PAOLA MACCHI CONSIGLIERE REGIONALE DELLA LOMBARDIA

Consigliere Paola Macchi, siamo in piena campagna elettorale, il Movimento cinque stelle che prospettive, che programmi ha per Gallarate Varese e Busto?
Noi non siamo ancora in piena campagna elettorale, nel senso che stiamo lavorando, per qualcuno abbiamo già deciso. Per esempio a Varese abbiamo un candidato sindaco Alberto Steidl, un architetto, e quindi c’è già un programma. In altre parti ci sono i programmi che sono i nostri e si sanno. Rifiuti zero, per esempio, diversificare di più e riciclare fino ad arrivare a fare uno zero di rifiuti secchi. La mobilità sostenibile, quindi più trasporti pubblici, gestiti meglio, in modo che le persone abbandonino sempre di più le macchine con una ricaduta logicamente positiva sulla nostra salute e sui nostri soldi perché se tutti prendessero i mezzi pubblici e fossero implementati questi mezzi utilizzando le tasse per quello e non buttandole via per strutture stradali che molte volte servono solo a far guadagnare non il cittadino, ma altri, quindi sarebbero sostenibili.
A Varese è stato proposto anche un reddito di cittadinanza, praticamente una sorta di scoutistica per persone particolarmente fragili su quelli che possono essere una serie di servizi o tasse comunali. Quindi i programmi sono quelli: l’acqua pubblica, perché questa è un bene comune, è di tutti, c’è un diritto all’acqua. Poi adesso stiamo parlando, stiamo decidendo con i gruppi locali, perché da noi viene deciso tutto dal basso, come sempre, quali candidati proporre e li vedrete prossimamente sulla stampa.
In questo momento uno dei problemi più importanti è quello dell’immigrazione, qual è la vostra posizione sui flussi migratori?
La nostra posizione è che adesso se ne sta facendo un business, quindi va gestito in altro modo, andando in Europa. Perché non possiamo gestire da soli questo problema, questo è chiarissimo. Ci deve essere una gestione europea che deve andare nei paesi da cui arrivano, cioè bisogna andare a monte del problema. Se vogliamo gestirlo veramente seriamente e non continuare a lasciare che sia un business solo per qualcuno, perché poi la malavita organizzata abbiamo visto quanto ci mette e quanto rende un immigrato. Dobbiamo andare a fare veramente una politica seria alla fonte e riusciremo a risolvere il problema.
Gallarate 14/11/2015
intervista a Paola Macchi del Movimento 5 Stelle
Fabrizio Sbardella

Rispondi