Cecilia Strada, sospesa da Facebook contro la guerra

0
26

Cecilia Strada

“in questi giorni ho cercato di non curarmi di quelli che – a vario titolo – ci insultano, ci offendono, ci dicono più o meno velatamente che siamo “amici dei terroristi”. ci sono quelli che evidentemente ignorano i fatti, ci sono quelli che invece sembrano proprio in malafede. io cerco di non curarmene, ma diciamo la verità: fa male. fa male e fa pure incazzare.
fa male perché, signori che dite queste cose, sono piuttosto sicura che il terrorismo e la guerra in questi anni abbiano ammazzato più persone vicine a me (colleghi, familiari di amici e colleghi, conoscenti) che a voi messi insieme.
fa incazzare perché negli ultimi anni noi – e tanti altri operatori umanitari – abbiamo dedicato la vita e rischiato anche la pelle per costruire diritti in aree di crisi e di guerra. diritti che sono un antidoto al terrorismo. fateci caso, i fondamentalisti non hanno tanta paura delle bombe che voi invocate: hanno più paura del lavoro delle donne, o di una bambina con un libro, hanno paura dei diritti perché i diritti tolgono ossigeno al fondamentalismo. l’effetto collaterale è che – mentre gli operatori umanitari rischiavano la pelle – lavoravano per tenere più al sicuro anche la pelle vostra, mentre stavate tranquilli a casa. e lo facciamo anche oggi, mentre tranquillamente da casa ci offendete. lo facciamo comunque. è il nostro lavoro. e continuiamo a crederci, anche quando ci offendete, o ci insultate, o ci fate soffrire – o ci fate incazzare – con le vostre parole. noi andiamo avanti, a cercare di costruire più diritti, più sicurezza, più pace per tutti, anche per voi.”

Questo è il testo in versione integrale con le sue dichiarazioni, certo la guerra non risolverà tutto, ma allora offriamogli i cioccolatini!!!!

Giuseppe Criseo
Varese Press

Rispondi