LA GRANDE GUERRA DI MARIO AL SOCIALE IL 17 OTTOBRE

0
61

LA GRANDE GUERRA DI MARIO AL SOCIALE IL 17 OTTOBRE A BUSTO

In concomitanza e in occasione del Raduno degli Alpini del secondo raggruppamento in

programma in città il 17-18 ottobre e nell’ambito delle celebrazioni del Centenario del

Primo Conflitto Mondiale, l’Amministrazione comunale promuove un evento culturale di

grande spessore: l’anteprima nazionale dello spettacolo “La Grande Guerra di Mario”, di

Edoardo Sylos Labini.

Dal 7 ottobre il teatro Sociale ospita la compagnia per le prove generali dello spettacolo

che andrà in scena sabato 17 ottobre alle 21, ad ingresso gratuito.

Lo spettacolo debutterà in prima nazionale al Teatro Manzoni di Milano dal 22 ottobre al .

Liberamente ispirato a La grande guerra di Mario Monicelli, lo spettacolo racconta le

vicende del romano Mario, che, sullo sfondo dei combattimenti della prima guerra

mondiale, suo malgrado, combatte la lotta per la sopravvivenza al fianco del brianzolo

Ambrogio e del napoletano Gennaro. Poco lontano dalla prima linea, Adalgisa, interpretata

da Debora Caprioglio, vedova di guerra e prostituta sotto falso nome. Le loro vicende si

intrecceranno in una storia d’armi, di passione, di violenza, ma anche di risate e di amore

La drammaturgia è affidata al bustocco Angelo Crespi.

Nel cast, oltre ad Edoardo Sylos Labini e Debora Caprioglio, Marco Prosperini, Francesco

Maria Cordella, Gualtiero Scola, Giancarlo Condè.

“Per il terzo anno Edoardo Sylos Labini ha accettato di mettere in scena un’opera che

fosse in linea con le sfide culturali dell’Amministrazione – ha osservato il sindaco Farioli

durante la presentazione di questa mattina, ricordando i precedenti personaggi dell’attore-

regista, Nerone e Gabriele D’Annunzio. In particolare quest’anno, nel 150° di elevazione a

Città, tra le tematiche proposte dall’Amministrazione c’è il centenario della Grande Guerra:

questo spettacolo rappresenta un’ulteriore occasione di approfondimento e riflessione.

Sylos Labini ha elogiato il sindaco per l’importanza che attribuisce alla cultura come

motore di rilancio del Paese e ha anticipato alcuni dettagli dello spettacolo: “è una

commedia in cui ci sarà anche un quartetto di voci giovani che intonerà i canti della

tradizione degli Alpini, perché vogliamo che il nostro patrimonio culturale e identitario non

scompaia del tutto. In questa occasione non ho voluto mettere al centro dello spettacolo i

grandi personaggi della Storia, ma partire dal basso, da quei militi ignoti sconosciuti che si

sacrificarono per la Patria”.

Emozionata per il debutto a Busto Arsizio, soprattutto per la platea che sarà composta

anche dagli Alpini che saranno in Città per il raduno, Debora Caprioglio, in scena nei panni

di Adalgisa, vittima della guerra, ma pronta a tutto per cambiare vita e raggiungere la terra

promessa, l’America.

Insomma una commedia che fa ridere, ma che fa anche pensare, come ha osservato il

drammaturgo, Angelo Crespi.

Per informazioni Ufficio stampa – Grandi Eventi 0331/390266 0331/390310

Rispondi