Buffardeci precisa sulle multe di Casorate

0
49
500 mila euro per i cittadini lombardi in difficoltà. Il Consiglio regionale oggi ha destinato 500mila euro per aiutare concretamente i cittadini lombardi che si trovano in una situazione di difficoltà”
500 mila euro per i cittadini lombardi in difficoltà

Leggo solo ora l’articolo “Casorate, nuovo governo e vecchie multe” apparso in Varese Press e, in qualità di Responsabile del  Settore Polizia Locale, ritengo doveroso apportare alcune precisazioni.

“Le vecchie multe” non sono  “saltate fuori solo ora”, trattasi di verbali d’infrazione al Codice della Strada elevati nell’anno 2009, mai pagate, nonostante un sollecito notificato nell’anno 2012 e, pertanto, nel mese di dicembre 2014 la società incaricata della riscossione coattiva ha consegnato all’ufficio di Polizia Locale le relative ingiunzioni di pagamento da trasmettere all’Ufficiale Giudiziario per la notifica.

Attesa la mia assenza dal servizio, causa un infortunio sul lavoro,  protrattasi da dicembre 2014 a  giugno  2015, chi mi ha sostituito ha deciso di lasciare le ingiunzioni “a dormire negli scatoloni”.

La nuova Amministrazione comunale trovatasi in “regalo gli scatoloni”, lasciati in “eredità” dalla precedente Amministrazione, poteva decidere di farne carta straccia, creando un danno erariale all’Ente,  oppure attivarsi per la riscossione.

“Una vicenda nebulosa e strana” direi che non è così, prima di fare affermazioni pesanti e trarre delle conclusioni affrettate, oserei dire che bisogna avere l’umiltà di informarsi sulla normativa vigente e documentarsi su quanto avvenuto.

Se veramente si vuole cambiare, a mio modesto parere, prima di divulgare notizie sull’operato di chi è al servizio dei cittadini (politici e funzionari), bisogna conoscere realmente i fatti.

 

Caterina Buffardeci

Rispondi