15 gatti fatti sbranare

0
35

 

Gentili colleghi,

 

di seguito e in allegato potete trovare il comunicato stampa relativo alla petizione aperta su Firmiamo.it per chiedere giustizia per 15 gatti fatti sbranare da un dobermann.

 

Vi ringrazio per la citazione del link attivo alla petizione e vi pregherei di citare Firmiamo qualora il comunicato fosse utilizzato anche per servizi più ampi sulla questione.

 

Buon lavoro,

Ufficio stampa Firmiamo.it

 

+39 333.5290418

 

Unsubscribe

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

GIUSTIZIA PER I QUINDICI GATTI FATTI SBRANARE!

 

Più di 3700 firme sono state raccolte in poche ore per la petizione lanciata su Firmiamo.it in merito a quindici gatti fatti sbranare vivi.

 

 

 

Link: http://bit.ly/1LatjVE

 

 

 

E’ sfociata in un animalicidio una lite fra parenti consumatasi a Quinzano d’Oglio, in provincia di Brescia. Un agricoltore di 47 anni, a seguito di un alterco con il cognato, ha aizzato il proprio dobermann contro i 15 gatti di quest’ultimo, facendoli sbranare uno dopo l’altro nella zona della sua cascina. Una vera e propria carneficina per la quale l’accusa ha chiesto una condanna a quattro mesi di reclusione, durante il processo celebrato al Tribunale di Brescia. I giudici della prima sezione penale, tuttavia, l’hanno respinta, in quanto “il fatto non sussiste”.

 

(link: http://bit.ly/1LatjVE)

 

 

 

Ma dopo questa prima assoluzione il 47enne rischia di tornare nuovamente a processo: in data 10 settembre, infatti, egli ha infierito nuovamente sui gatti del cognato, schiacciandone alcuni sotto le ruote del proprio trattore. In aggiunta a ciò, i parenti che hanno sollevato la questione e che si sono costituiti come parte civile dichiarano di temere per la sicurezza di un bambino che spesso viene visto giocare in zona con altri gatti, e che potrebbe correre il rischio di essere aggredito dal dobermann dell’agricoltore.

 

 

 

 

 

LA PETIZIONE – “Una terrificante strage di gatti si è consumata a Quinzano d’Oglio, in provincia di Brescia.

 

A seguito di un litigio con il cognato, un 47enne ha sfogato la propria ira contro i quindici gatti del parente, aizzando rabbiosamente il suo cane contro le povere bestiole che sono state sbranate senza pietà, una dopo l’altra. E non è tutto. Già lo scorso 10 settembre l’uomo avrebbe straziato e ucciso altri gatti del cognato, schiacciandoli sotto il trattore.

 

Un orribile bagno di sangue il cui artefice meriterebbe una punizione esemplare, ma che di fatto è stato vergognosamente assolto, in quanto –stando alle parole dei giudici del tribunale di Brescia – “il fatto non sussiste”. Massacrati per qualcosa di cui non avevano nessuna colpa e immolati alla più sanguinaria stupidità umana, questi gatti meritano giustizia!” Per aderire gratuitamente alla raccolta firme, basta andare al link http://bit.ly/1LatjVE e cliccare su “firma”.

 

 

 

 

 

 

 

Ufficio stampa Firmiamo.it

 

+ 39 333.5290418

 

 

 

Piazza Duomo – Passaggio Duomo, 2

 

20123 – MILANO (MI) – ITALY

 

www.firmiamo.it

 

 

Rispondi