Riva Destra prende posizione contro il gender a scuola

0
71

gender Rivano mastrurbazione

SABATO 12 E 26 IN PIAZZA KENNNEDY CON NOI A PROTESTARE CONTRO LA TEORIA GENDER. GIU’ LE MANI DAI BAMBINI!

 

 

FERMIAMO L’IDEOLOGIA GENDER

 

Riva Destra Varese in collaborazione con il Fronte Nazionale per l’Italia di Varese per tutti i sabati di settembre saranno in Piazza Montegrappa e Piazza Kennedy di Varese per distribuire materiale informativo riguardante la contestata ideologia del gender. Riteniamo che sempre più diffusa è la consapevolezza che ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza educativa, in particolare per quanto riguarda le tematiche dell’affettività e della sessualità. Molti hanno già reagito contro la subdola introduzione della teoria del gender nelle scuole di ogni ordine e grado (fin dagli asili nido) che con il pretesto di “lottare contro la discriminazione” cercano di farla passare di soppiatto facendo firmare il consenso ai genitori. Tuttavia, anche quando non si arriva a questo punto, in molti casi l’educazione sessuale è priva di riferimenti morali, discrimina la famiglia, e mira ad una sessualizzazione precoce dei ragazzi. Si parla già di insegnare a  masturbarsi negli asili ai bimbi di 4 anni. IL GOVERNO RENZI con il disegno di legge Cirinnà si rivela il peggior nemico della “FAMIGLIA” della Costituzione e della Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo.

Riva Destra insieme alle Associazioni Provita chiede:

• Che venga rispettato il ruolo della famiglia nell’educazione all’affettività e alla sessualità, riconoscendo il suo diritto prioritario ai sensi dell’art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, e evitando il contrasto con le “convinzioni religiose e filosofiche” dei genitori.

• Che sia oggetto di spiegazione e di studio la ragione per la quale la nostra Costituzione, all’art.29, privilegi la “famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”.

• Che si educhi a riconoscere il valore e la bellezza della differenza sessuale e della complementarietà biologica, funzionale, psicologica e sociale che ne consegue. • Che si educhi al rispetto del corpo altrui e al rispetto dei tempi della propria maturazione sessuale ed affettiva.

• Che si porti a riconoscere che l’attività sessuale non si riduce alla dimensione del piacere, ma che comporta delle conseguenze gravi e dei doveri importanti.

Coordinamento Territoriale Riva Destra

 

 

Rispondi