Le aquile non sono tutte uguali

0
201

La disquisizione viene da una discussione politica iniziata con un articolo in cui si parla di un’aquila nera che domina il cimitero a guardia dei repubblichini caduti sul campo.

Fantapolitica, narrazione libera di qualcuno.

Vediamo di approfondire, l’aquila in questione ha il becco rivolto in basso e verso sinistra.

Reichsadler_der_Deutsches_Reich_(1933–1945).svg

L’immagine sopra riproduce un’aquila nera ma come si vede ha il becco e testa in alto e quindi non è certo quella di cui si parla e non è ad essa a cui si è riferito l’artista del monumento sommese.

aquila fascista

Quella sopra è l’aquila nera fascista con ai piedi il fascio littorio

L’aquila romana era un altro simbolo ripreso dal  fascismo rappresentata soprattutto con le ali aperte. Anche questo simbolo che si rifaceva chiaramente alla civiltà romana era manifestazione di grandezza e di ricordo delle vittorie di Roma antica. Capitava spesso che l’aquila tenesse il fascio nei suoi artigli come si poteva vedere all’ epoca  nella bandiera della repubblica sociale di Salò.

auqila di Trento

Sopra primeggia l’aquila di Trento, ma non assomiglia  a quella di Somma.

roma fascista-aquila2

madonnelle di roma

www.italyrome.info

Mussolini si instaurò a Roma prendendo la sua residenza a Villa Torlonia (1923 al 1943), nella quale realizzò anche il suo bunker (ancora oggi visitabile), aquila fascista.
aeronautica militare
L’aquila sopra si legge a cosa si riferisca ed è quella più simile alla nostra al cimitero di Somma, ali dispiegate e becco in basso a sinistra guardandola.
Un pò di storia ogni tanto non guasta.
L’aquila è un simbolo, cos’è un simbolo?
 Goethe  « II simbolismo trasforma il fenomeno in idea, l’idea in immagine, e ciò in modo che l’idea rimane nell’immagine sempre infinitamente attiva e irraggiungibile, e anche se espressa in tutte le lingue, rimarrebbe inesprimibile. »
L’aquila è tutto ciò: immagine di forza, di libertà e di fierezza.
E’ il grande spirito per gli indiani, nella Grecia è l’animale sacro di Zeus, fu simbolo del Sacro Romano Impero sotto la protezione di Dio, persino Dante nè parlò: “Faccian li Ghibellin, faccian lor arte sotto altro segno, ché mal segue quello sempre chi la giustizia e lui diparte” Par. VI, vv. 103-105
Domina ovunque il simbolismo dell’aquila, nel dollaro americano diviene simbolo sembrerebbe diventare il simbolo degli illuminati, della Massoneria, dei paesi nordici. Tutti la vogliono e si sentono attratti dall’aquila.
A Somma dà fastidio.
A noi no.
Giuseppe Criseo
Varese Press

Rispondi