Gender, la libreria del Corso a Varese vende quei libri

0
68

«La Libreria del Corso si dissocia dalle decisioni e dalle dichiarazioni del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che ha imposto il ritiro, dai nidi e dalle scuole materne, di 49 libri colpevoli di voler spiegare ai bambini le diversità di genere»

Poise

In vetrina tutti i libri vietati dal sindaco di Venezia.

Il caso gender fa discutere la politica e non solo.

La libreria è libera di vendere quello che vuole  e mettere in vetrina tutti i generi che vuole spingere.

Sarà una scelta di tipo politico? Una trovata, formidabile dal punto di vista della comunicazione (visto che ne parliamo),  una scelta di condivisione o di libertà.

Dipende dai punti di vista, il nostro è diverso perchè siamo per la famiglia tradizionale ma anche per il riconoscimento dei diritti di chiunque a stare con chiunque, nel rispetto reciproco.

Sarà la politica a decidere a seconda delle convenienze e dei convincimenti, però i bimbi dovrebbero essere trattati da bimbi.

Come diceva una signora di qualche anno fa, quando la pera è matura cade.

Io sono di questa idea: “Quando i ponti crollano, l’equilibrio torna in libertà”.
(Fabrizio Caramagna)

 

Giuseppe  Criseo

VARESE PRESS

Rispondi