FNI DICE NO AL GAY PRIDE A VARESE. DIFENDIAMO LA FAMIGLIA

0
40

FNI DICE NO AL GAY PRIDE A VARESE. DIFENDIAMO LA FAMIGLIA .

fni

La famiglia Italiana è sottoposta a continue aggressioni finalizzate alla disgregazione della sua stessa natura su cui si basa la Costituzione Italiana e che ruota attorno alla procreazione. Siamo in emergenza demografica perché le nostre famiglie fanno pochi figli e rischiamo il sorpasso in casa nostra dei popoli musulmani. E’ un’emergenza nazionale di sopravvivenza della nostra identità. Ogni sforzo politico di FNI è e sarà a favore delle famiglie naturali affinché abbiano adeguati sostegni, aiuti e stimoli per incrementare le nascite di bambini. In questo contesto non s’inserisce il matrimonio omosessuale con adozione di bambini perché riteniamo che sia un forte contributo per la disgregazione della famiglia con il conseguente e inevitabile impoverimento delle nascite . Il Fronte Nazionale per l’Italia, che pone al centro la famiglia, propone la creazione di un istituto civile, chiamato UNIONE, per le coppie che non vogliono (eterosessuali) o non possono (omosessuali) sposarsi. L’istituto, che è del tutto distinto dall’istituto del matrimonio, prevede alcuni riconoscimenti civici come la possibilità̀ di poter succedere all’eredità del partner scomparso, o avere la priorità̀ in ospedale o in camera mortuaria, e non prevede tutele di welfare quale la reversibilità̀ , o gli alloggi popolari, perché quest’ultime sono prerogativa esclusiva della famiglia. La FAMIGLIA, per noi, è l’attore principale e il soggetto sociale privilegiato per interpretare la nostra vita, tanto privata, quanto pubblica. Alla luce del pensiero illustrato, FNI si oppone e si opporrà duramente che la città di Varese si presti a ospitare la nota manifestazione “ gay pride” che ha connotazioni indecorose che non mirano a difendere i diritti delle coppie dello stesso sesso ma che è solo un’esibizione di pessimo gusto degli aspetti peggiori e volgari di un modo di vivere la propria sessualità. Gli organizzatori, tra cui spicca LGTB (Associazione Lesbiche, Gay, Transessuali e Bisex), sono proprio coloro che stanno insinuando nelle istituzioni l’ideologia del GENDER che, per gli sprovveduti, si mimetizza quale reciproca tolleranza del genere, ma nella realtà mira in modo chiaro ad annullare i percorsi naturali dei bambini per creare una sorta di meticciamento sessuale privo d’identità. L’insegnamento dell’ideologia gender è già stato sperimentato in molte scuole e asili italiani con pubblicazioni di libricini studiati da consulenti del ministero dell’istruzione che, per la redazione di questi testi, si sono appoggiati proprio a LGTB diffondendo documenti e testi che offendono l’intimità e la privacy di un bambino. Sempre questa associazione LGTB, ascoltata con passione dal governo Renzi, ha dato indicazioni per insegnare devastanti forme di tolleranza di genere costringendo, in alcuni asili, a vestirsi da bambine i bambini e a vestirsi da bambini le bambine. LA NOSTRA BATTAGLIA PER LA FAMIGLIA TRADIZIONALE E CONTRO GENDER E MATRIMONI GAY E’ OGGI PRIORITARIA PER LA DIFESA DELLA NOSTRA IDENTITA’ DI ITALIANI.

 

Fronte Nazionale per l’Italia-Varese

Coordinamento Provinciale Responsabile : Paolo Valmori

Via dante Alighieri 6

21100 VARESE

varese@fnitalia.it

web www.fnitalia.it

Rispondi