BREZZO DI BEDERO,TORNA A PARLARE IL CANDIDATO SINDACO BOLDRINI

0
38

BREZZO DI BEDERO – TORNA A PARLARE IL CANDIDATO SINDACO BOLDRINI

DANIELE, DOPO LA MANCATA ELEZIONE LO SCORSO 31 MAGGIO

 

 

Foto seggio

Da ormai due mesi a Brezzo di Bedero il Comune è gestito dal Commissario Straordinario, nominato

dal Prefetto di Varese.

E’ sicuramente presto per fare bilanci, ma alcune interessanti considerazioni ritengo si possano

aggiungere alla mia lettera pubblicata subito dopo le elezioni amministrative.

Rimane forte il “dispiacere di quanto perderanno il Comune e la comunità di Brezzo di Bedero

durante il periodo di gestione ordinaria” (citando un pensiero della mia lettera) del Commissario. Ed

ora possiamo cominciare a misurare queste perdite, partendo dalle interessanti opportunità evidenziate

dalla stampa in questi ultimi giorni.

1. Dal programma di finanziamento per la sicurezza territoriale, la Comunità Montana Valli del

Verbano ha concesso un contributo di €. 55.960 destinato all’implementazione dei sistemi di

video sorveglianza stradale per un progetto avviato insieme ad altri 4 Comuni. Probabilmente il

nostro Comune non perderà in termini economici (augurandoci che le risorse rimangano destinate

per la stessa finalità anche in futuro), ma sicuramente l’assenza della componente politica

ritarderà la realizzazione di un progetto molto importante per la sicurezza dei Cittadini.

2. La Provincia di Varese ha approvato una Convenzione con 57 Comuni per l’affidamento del ruolo

di stazione appaltante per la gara inerente la distribuzione del gas. La Provincia gestirà tutte le

complesse e delicate procedure di gara per l’affidamento del servizio, da concludere entro il 2017

come previsto dalle norme vigenti, e si farà poi carico di gestire la parte contrattuale, di vigilanza

e controllo sulle attività del gestore. I Comuni usufruiranno di investimenti per

l’ammodernamento e la realizzazione di nuove reti, nonché il riconoscimento di un canone di

affitto mantenendo le proprietà degli impianti.

3. Un’altra grande opportunità che probabilmente per ora Brezzo di Bedero non potrà sfruttare è

l’adesione al servizio di Stazione Unica Appaltante della Provincia, operativa da pochi giorni. Si

tratta di un supporto tecnico, amministrativo e giuridico molto importante, che garantisce ai

Comuni un risparmio importante in termini economici e di impiego del personale.

E’ vero che ogni Cittadino è libero anche di non votare, facoltà consentita ora anche dalla legge (dal

1993 sono state abrogate le sanzioni e la menzione sul certificato di buona condotta per chi non

esercita il proprio diritto/dovere sancito dalla Costituzione), ma è altrettanto vero che il Cittadino non

si può esimere dalle responsabilità delle proprie scelte.

Nel caso specifico la responsabilità più evidente è la serie di opportunità perse per la collettività.

Inoltre, parlando con qualcuno che più di altri necessita “della vicinanza del Comune e della

sensibilità degli amministratori”, mi sono reso conto che commissariare il Comune è stato, anche, un

atto di egoismo.

Non è sicuramente questo il modo per cambiare le cose e risolvere i problemi. I problemi si

risolvono mettendosi in gioco, mettendoci la faccia, esponendosi in prima persona, dedicando il

proprio tempo a favore della collettività, assumendosi sempre il coraggio delle proprie scelte,

anche il coraggio di sbagliare ed il coraggio di ammetterlo.

……….. per coloro che nella loro vita non hanno saputo fare le scelte o si sono sottratti al proprio

dovere, Dante Alighieri, nel 3° canto dell’Inferno, riserva un destino molto severo, di indifferenza e di

disprezzo.

Non dimentichiamo, inoltre, la pesante condanna che la storia ha riservato a Ponzio Pilato, si lavò le

mani, ma non la coscienza.

E come diceva Gandhi, “In materia di coscienza, la legge della maggioranza non ha valore”.

Premesso tutto ciò, non posso nascondere che il risultato elettorale rappresenta un segnale dei

Cittadini. Rispetto ai pensieri ed alle valutazioni delle prime ore, penso che il messaggio elettorale

debba essere letto ed interpretato, al fine di ricominciare senza ripetere gli errori.

Ribadisco che ripartirò con lo stesso entusiasmo e la stessa passione di prima – quando ti occupi del

tuo paese per molti anni, poi è difficile disinteressartene così facilmente – ma non necessariamente

ricandidandomi alla carica di Sindaco.

Mi piacerebbe creare un gruppo di persone che abbiano la stessa determinazione, che si sentano forti

della convinzione che con l’impegno si possa migliorare il nostro Paese, che non perdano la speranza

di essere autori delle sorti del nostro Comune e che non si rassegnino ad una situazione diffusa di

degrado politico, sociale e morale.

Dopo l’estate ci troviamo e si parte. Creiamo un movimento di persone che pensano e che agiscono,

che operano in sintonia tra loro, capaci di confronto continuo, anche forte e schietto, ma sempre leale.

Servono persone animate dallo stesso spirito e dalla stessa convinzione di poter fare qualcosa di utile

per la comunità. Persone che potrebbero anche costituire diversi gruppi per presentarsi alle elezioni,

anche fortemente contrapposti, ma tutti animati dalla stessa disponibilità, anche al di fuori delle

eventuali cariche di Sindaco, di Assessore o di Consigliere.

A settembre ne riparleremo ……..

Brezzo di Bedero, 31 luglio 2015

Daniele Boldrini

Rispondi