5000 varesini all’estero

0
37

 

 

Alla fine del 2014 gli espatriati hanno raggiunto quota 48.012

 

VARESINI ALL’ESTERO: +11% NEL BIENNIO

 

Tra il 2012 e il 2014 crescono di 4.800 unità gli iscritti all’Anagrafe italiani residenti estero

 

 

 

Il flusso non s’arresta: a fronte di un’immigrazione comunque cospicua, che si traduce in 76mila stranieri abitanti sul nostro territorio, un’analisi compiuta dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio sui dati Aire (Anagrafe italiani residenti estero – Ministero dell’Interno) segnala una forte crescita dell’emigrazione professionale: negli ultimi due anni sono aumentati dell’11% i cittadini varesini, anche con famiglie al seguito, che si sono trasferiti in paesi stranieri a caccia di nuove e più interessanti prospettive sul mercato del lavoro. «Sono persone – precisa il segretario generale della Camera di Commercio Mauro Temperelli – che si sono trasferite all’estero per ragioni di lavoro o studio e che hanno deciso non solo di vivere oltrefrontiera ma anche di trasferirvi formalmente la propria residenza. Hanno insomma spostato il centro dei propri interessi economici e personali in un paese diverso dall’Italia, dove conservano comunque la cittadinanza e la titolarità dei diritti civili».

 

Alla fine del 2014 i varesini residenti all’estero erano così 48.012, il 5,4% di una popolazione provinciale che è attualmente di 890mila persone. Di particolare interesse anche il fatto che l’analisi Aire indica in 27.509 le famiglie che vivono in terra straniera.

 

Complice la pesante situazione occupazionale che si protrae ormai dagli oltre sei anni seguenti all’esplosione della bolla finanziaria nell’autunno 2008, la fuga dall’Italia non risparmia dunque neppure un’economia varesina che – con un valore aggiunto pari a quasi 23 miliardi di euro e un export che nello scorso 2014 ha sfiorato la cifra di 10 miliardi – resta pur sempre uno dei capisaldi produttivi del nostro paese.

 

 

Rispondi