Il sindaco Farioli dal podio dell’Onu

0
38

 

 

Comunicato stampa n. 275 del 17 giugno 2015

 

 

 

 

 

OGGETTO: Fai sentire la tua voce dal podio dell’ONU

 

 

 

Giovedì 18 giugno alle 20.30 in centro a Busto torna il pulpito delle Nazioni Unite: i cittadini sono invitati a votare le priorità per l’agenda globale post 2015

 

Grazie all’associazione giovanile JCI Varese, a un mese di distanza dal debutto ufficiale in Italia, lo speciale pulpito con il logo delle Nazioni Unite, da cui i cittadini possono far sentire la propria voce per l’agenda globale post 2015, è di nuovo in centro città. L’appuntamento è per giovedì 18 giugno alle ore 20.30 all’ExpoHub in piazza San Giovanni, in occasione del terzo appuntamento del calendario dei Giovedì sera con i negozi aperti, che portano sempre nel cuore di Busto migliaia di cittadini.

 

In virtù della partnership esistente dal 1954 tra JCI (unica associazione che non sia un’agenzia dell’ONU a poter vantare nel proprio logo il globo delle Nazioni Unite) e l’ONU e in linea con la lettera d’intenti per il coinvolgimento di JCI nella definizione dell’agenda post 2015, sottoscritta nel 2013 a Palazzo di Vetro dal presidente internazionale JCI espresso dall’Italia, la bustocca Chiara Milani, il podio è infatti arrivato in Italia in occasione delle celebrazioni italiane del centenario di Junior Chamber International, celebrate a maggio all’Esposizione universale di Milano. Ad ospitare l’anteprima nelle scorse settimane era stato proprio l’ExpoHub di Busto Arsizio, città dove si erano svolti i lavori di JCI Italy.

 

Con il placet di Ban Ki-moon, il segretario generale delle Nazioni Unite, il podio della MyWorld Campaign viaggia per il mondo per raccogliere le opinioni della gente sulle questioni che sono più importanti per loro e le loro famiglie. Con un occhio di riguardo per i giovani cittadini attivi tra 18 e 40 anni, che rappresentano il futuro del pianeta e a cui da 100 anni JCI offre opportunità di crescita personale, professionale e sociale in più di 5.000 comunità locali attive in oltre 120 nazioni. Del resto, Ban Ki-moon ha sottolineato: “I giovani sono dotati di menti aperte e una profonda consapevolezza delle tendenze emergenti, e stanno portando le loro energie, le idee e il coraggio di alcune delle sfide più complesse e importanti affrontate da quella grande famiglia che è l’umanità”.

 

Più di 8 milioni di persone provenienti da 194 Paesi hanno già partecipato alla conversazione globale, tra cui la MyWorld Campaign, per definire la nuova agenda di sviluppo globale. Lo scopo del sondaggio planetario è appunto catturare le voci della gente, le priorità e punti di vista dei cittadini, in modo che i leader mondiali possano esserne al corrente e tenere questi dati in considerazione durante il processo di definizione della nuova agenda di sviluppo per il mondo. Si tratta della più grande consultazione mai condotta dalle Nazioni Unite.

 

“Un ringraziamento speciale per la collaborazione va al Comune di Busto Arsizio, al Comitato dei commercianti del centro cittadino e al Distretto urbano del commercio”, commenta Paolo Bellotti, imprenditore bustese, presidente della sezione provinciale varesina di Junior Chamber International, che invita tutti a venire in centro giovedì sera per votare i sei obiettivi che a suo avviso sono prioritari in una rosa di sedici. Un mese fa sono stati simbolicamente raccolti 100 voti per festeggiare i 100 anni d’attività di JCI. Ora i

 

 

 

 

 

cittadini di Busto e dintorni hanno una nuova, preziosa opportunità per fare sentire la propria voce all’ONU.

 

Per ulteriori informazioni: varese@jciitaly.org

 

 

 

 

 

In allegato la foto scattata a metà maggio durante l’anteprima bustese.

podio onu

Rispondi