Il sindacato di Polizia contro Sofri

0
50

La notizia della consulenza a Sofri scatena la protesta del sindacato di polizia penitenziaria Sappe. Il segretario generale Donato Capece è categorico: «La presenza di Sofri tra gli esperti negli Stati generali per le carceri è un fatto assai grave e inaccettabile». E aggiunge: «Meno male che ci hanno risparmiato la nomina del boss mafioso Totò Riina come massimo competente del 41 bis (il cosiddetto carcere duro con restituzioni e controlli particolari, ndr)». 
Questo passaggio è riportato sulla Stampa di Torino.
Cosa passa per la testa a chi governa non ci è dato di saperlo perché certe notizie non solo indignano i cittadini onesti che pagano le tasse ma provocano spaccature anche all’interno delle Istituzioni.
Non si possono dare incarichi pubblici pagati da tutti a persone del genere.
Fa bene il Sappe a protestare e spero che la presa di posizione sia totale da parte di tutti i sindacati di Polizia ma anche di tutte le forze politiche pena la derisione del Paese a tutti i livelli anche fuori dall’Italia.
Giuseppe Criseo Editore di VARESE PRESS www.varesepress.info mail redazione@varesepress.info

Rispondi