Il MASTERPLAN PIACE AI VARESINI? UN SONDAGGIO SU FACEBOOK

0
55
Il MASTERPLAN PIACE AI VARESINI? UN SONDAGGIO SU FACEBOOK

Di questi tempi è sufficiente navigare in rete e leggere le conversazioni on-line per comprendere il gradimento da parte dei Cittadini delle opere e dei progetti decisi dalla Politica. E non ci vuole certo un genio per comprendere che la Città di Varese, almeno quella parte più attiva e critica, è perplessa di fronte al Masterplan di piazza Repubblica. Chi vorrebbe un mercato coperto al posto della biblioteca nella caserma, chi vorrebbe abbattere la caserma, chi vorrebbe evitare analogo sacrificio all’ex Collegio S. Ambrogio, chi vorrebbe sì un teatro ma più piccolo, chi non vorrebbe la sede ASL in centro, chi vorrebbe evitare una nuova edificazione privata sul Montalbano, e infine chi reputa eccessivi i costi dell’operazione. Visto che il progetto per piazza Repubblica è stato definito come l’intervento urbanistico più importante degli ultimi 30 anni in Varese, e dato che nel 2014 il Comune ha interpellato i Cittadini per sondare la loro preferenza tra lecci e cipressi per le quinte arboree intorno al Monumento del Butti – quindi per una questione assolutamente secondaria – sono rimasto molto sorpreso che analoga iniziativa conoscitiva non sia ancora stata messa in atto per raccogliere le opinioni dei Varesini sul Masterplan, documento elaborato velocemente quest’inverno da uno studio tecnico dell’hinterland sul quale ora stanno lavorando architetti e ingegneri di mezzo mondo (o così pare). Pertanto, stante l’inerzia degli Enti firmatari dell’AdP, delle opposizioni e, in parte, anche dei media locali, pur consapevole dei limiti dello strumento e del metodo di raccolta non rappresentativo statisticamente, la scorsa settimana ho elaborato un questionario di sette domande per sondare il gradimento del Masterplan da parte dei Varesini. Le domande sono state postate su Facebook nella pagina “Varese sporcizia e degrado..Proposte dei cittadini”, ideata da Mauro Gregori, che qui ringrazio per l’ospitalità, e seguita da oltre 3.000 persone. Le prime quattro domande, a mio avviso rappresentative degli elementi più critici del Masterplan, sono in linea da giovedì 28 maggio, mentre le ultime tre più generaliste sono in linea da sabato 30 maggio. A fronte di un mio obiettivo di raccogliere 100-200 voti per ciascuna domanda, al momento della stesura del presente rendiconto, mercoledì 3 giugno ore 19.15, hanno risposto mediamente circa 30 persone per quesito (è ancora possibile votare), quindi non in tantissimi.

Queste le domande e i risultati:

1) Qual è il suo giudizio sulla destinazione della ex Caserma Garibaldi a biblioteca civica e polo culturale? 34 risposte (22 negativi, 12 positivi, 0 né l’uno né l’altro).
2) Qual è il suo giudizio sull’abbattimento dell’ex Collegio S. Ambrogio, ora sede degli uffici amministrativi, del rettorato e dell’aula magna dell’Università dell’Insubria? 39 risposte (36 negativi, 2 positivi, 1 né l’uno né l’altro).
3) Qual è il suo giudizio sul trasferimento della sede dell’ASL da Bizzozero in un complesso polifunzionale di nuova edificazione sul sedime dell’attuale ex Collegio S. Ambrogio? 38 risposte (35 negativi, 3 positivi, 0 né l’uno né l’altro).
4) Qual è il suo giudizio sulla costruzione di un nuovo complesso residenziale privato nell’area alta attualmente occupata dall’ex Collegio S. Ambrogio, operazione necessaria al fine di co-finanziare il nuovo teatro e la nuova sede dell’ASL? 26 risposte (23 negativi, 0 positivi, 3 né l’uno né l’altro).
5) Qual è il suo giudizio sulla realizzazione di un teatro stabile sul sedime dell’attuale Teatro Mario Apollonio? 26 risposte (21 negativi, 5 positivi, 0 né l’uno né l’altro).
6) Qual è il suo giudizio sul progetto di riqualificazione e rifacimento della superficie della piazza? 27 risposte (8 negativi, 17 positivi, 2 né l’uno né l’altro).
7) Qual è il suo giudizio complessivo sul Masterplan per la riqualificazione di piazza Repubblica in Varese? 21 risposte (19 negativi, 0 positivi, 2 né l’uno né l’altro).

In sintesi, il Masterplan raccoglie più pareri negativi che positivi (su 211 voti totali ben 164 sono negativi). Delle diverse iniziative è visto positivamente solo il rifacimento della superficie della piazza. Fortemente negativi i pareri sulle ipotesi di intervento nell’area dell’ex Collegio S. Ambrogio. Nemmeno teatro e caserma-biblioteca passano l’esame. Le domande e le risposte sono a disposizione degli Enti firmatari dell’AdP, nella speranza che possano svolgere nell’immediato futuro un sondaggio campionario, o almeno ripropongano le stesse domande su uno dei siti istituzionali, con l’obiettivo che questo possa diventare “il metodo per decidere” o, perlomeno, per “aiutare a decidere”. Un imprenditore investirebbe oltre 30 milioni di euro senza sondare il mercato? Lo escluderei.

Mattia Colombo

Rispondi