Facciamo gli americani in Italia?

0
43

Ogni volta che ci sono difficoltà in Italia cerchiamo nuovamente di copiare da altri che sono sempre e comunque diversi da noi.

L’ultima news  è fare i Repubblicani.

Che ci siano problemi e si sia alla ricerca di un leader a Destra si capisce fino a un certo punto.

Non si capisce perchè ci voglia per forza un solo leader,  che traini gli altri.

Io ho sempre ragionato con la mia testa, nel bene o nel male, almeno se sbaglio è colpa mia!

Serve invece una sorta di ” pensatoio” che sto cercando di fare col gruppo Rete Sociale Internazionale, una serie di persone perbene, non indagate nè poco pulite o riciclate nel senso negativo, perchè si può sicuramente cambiare opinione, ma l’ideale no.

Intanto si cerca il confronto, ci si scambia le idee e poi eventualmente si trova l’accordo.

Queste ” convention” all’americana non servono se non a richiamare  tante persone, ma le menti dove sono? Dove sono le risorse? Dove sono i progetti politici? Verso dove si va con chi, come e perchè?

Carrozzoni ne abbiamo visti tanti in questi anni, sia a Destra che a Sinistra, per es. il Pd che ingloba cattolici e marxisti o post marxisti, tanto per semplificare.

Non si va una coalizione solo per vincere, perchè poi vengono fuori problemi e conflitti.

Cose già viste.

Eppure ci si ricade.

L’obiettivo deve essere creare una alternativa alla Sinistra ma con idee, programmi e persone che abbiano intenzione di costruire non solo di vincere, cioè per uscire dal politichese, alla ricerca della poltrona.

Mettersi assieme non è semplice,non è facile e non è obbligatorio…

Il ragionamento non deve essere a breve termine ma a lungo termine secondo me.

Se poi invece si ripetono vecchi esperienze ci saranno nuovi errori.

La carne e il pesce non stanno bene assieme.

Così sì si continueranno a perdere elettori.

Giuseppe Criseo

Editore

Varese Press

www.varesepress.info

 

 

Rispondi