Cassano ha voglia di partecipare, Fdi- Del Piano

0
33

 

A Cassano Magnago si sta registrando un dato interessante sul fronte della partecipazione popolare.

Ci riferiamo alla significativa costituzione spontanea sul nostro territorio di comitati cittadini e gruppi di promozione sociale sui social network del web, non sempre necessariamente riconducibili a precisi movimenti politici. La cospicua presenza di queste nuove realtà a Cassano Magnago porta a ritenere, da una parte, come sia sentita viva nella gente la voglia di inserirsi nel tavolo di governo della città fino a penetrarne l’azione amministrativa e, dall’altra, di quanto vi sia bisogno di individuare opportuni spazi di dialogo e confronto aperto tra cittadini ed istituzioni, in termini costruttivi.

Sicuramente va oggettivamente riscontrato come non vi sia più la disponibilità, da una parte della popolazione, a sentirsi relegata nel semplice ruolo di elettore, senza alcun altro diritto se non passando dalla segreteria del partito di appartenenza o dai soliti inutili istituti di partecipazione. La stessa parte che poi, per sfinimento, si interesserà sempre meno ai suoi stessi problemi e finirà per non seguirne più gli sviluppi, scaricherà tutta la responsabilità ai soliti politici di turno ed infine rinuncerà al voto ed ai suoi diritti democratici, unendosi così all’altra parte della popolazione già da tempo sfiduciata.

Noi di Fratelli d’Italia non vogliamo rassegnarci all’idea di dover sottostare ad un sistema che non sia più corrispondente alle reali esigenze ed aspettative della gente. Siamo fermamente convinti che il popolo debba sentirsi realmente sovrano e che si renda opportuno, oggi più che mai, superare l’attuale forma di democrazia rappresentativa vigente in cui regna imperante un unico grande principio di fondo: “noi siamo stati eletti e noi facciamo come ci pare e piace”. Ma non è con questo declino morale che la nostra storia ha reso così grande, nel tempo, la nostra Italia.

Vogliamo dunque consigliare l’attuale Amministrazione Cassanese ad assumere una maggiore responsabilità etica ed istituzionale nei riguardi della società civile in tutti i suoi settori, promuovendo efficaci iniziative mirate ad ottenere un’effettiva partecipazione democratica diretta della gente alla vita ed al governo della propria città, incrementandone in essa il senso civico e la fiducia verso le istituzioni. A tale riguardo, il modello preso a riferimento per la consulta delle attività economiche e produttive potrebbe costituire, in qualche modo, un valido punto di partenza.

 

Andrea Del Piano

Referente di Cassano Magnago

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale

 

 

 

 

Rispondi