Gallarate in MoVimento,ambrosia e zanzare: il punto e le proposte

0
52

Gallarate in MoVimento

Ambrosia e zanzare: il punto e le proposte

La stagione calda si avvicina, e con lei arrivano le zanzare e le allergie, temutissime. Per dare sollievo molto possono fare le terapie farmacologiche, i repellenti di ogni genere e altri accorgimenti, ma vogliamo ricordare che anche le Amministrazioni locali hanno il diritto/dovere di adoperarsi per la prevenzione, sia del proliferare degli insetti sia del diffondersi delle piante il cui polline causa reazioni allergiche.

Con l’ordinanza n°290 del 1 agosto 2013 relativa appunto alla prevenzione della fioritura dell’Ambrosia, il Sindaco ordina di vigilare sulla presenza della pianta e di effettuare almeno due sfalci preventivi, oppure di adoperarsi con altre modalità accertate come valide dalla Direzione Generale di Sanità. Gli sfalci devono essere eseguiti in estate quindi prenderne atto sin d’ora porterà sicuramente dei vantaggi. L’ordinanza è rivolta ai proprietari pubblici o privati di terreni di qualunque tipo, agli amministratori condominiali, ai cantieri edili, all’Anas, alle Ferrovie e in generale a chiunque sia coinvolto. Il nostro invito è innanzitutto al rispetto dell’ordinanza, ma ricordiamo che le segnalazioni si possono fare anche alla Polizia Locale (noi avremmo preferito l’App Decorourbano o una simile, e pare che gli Assessori interessati abbiano recepito la proposta) e sono fondamentali per accertare la presenza della pianta che tante sofferenze causa agli allergici. Per aumentare la sensibilità nei confronti del problema, facciamo presente che sono previste sanzioni da 50€ a 500€ per chi non adempisse le azioni di propria competenza. Quella comunque non è la sola pianta a causare reazioni allergiche, altrettanto possono fare altre infestanti oppure le betulle o i cipressi per esempio.

Ci permettiamo di suggerire alla Asl di pensare a progetti di sensibilizzazione mirata, magari organizzando conferenze con Dirigenti e Tecnici di Igiene e Sanità Pubblica che possano relazionare tanto su questioni statistiche [a Milano nel 2002 i soggetti con allergia respiratoria da Ambrosia costituivano complessivamente il 25% di tutti i soggetti con allergia respiratoria e il 41% dei soggetti con pollinosi. cit. Asl Milano1], quanto sulla necessaria prevenzione. Circa un quarto della popolazione risente degli allergeni in modo più o meno marcato, sarebbe quindi auspicabile che se ne parlasse con interventi diretti sia alle Amministrazioni locali che ai cittadini Per ciò che concerne gli insetti che dopo il tramonto infestano l’aria, la nostra riflessione non si ferma lla disinfestazione, alla quale certamente si dovrà fare ricorso come gli altri anni, ma che avrà una sua efficacia reale solo a costi piuttosto elevati e con frequenza massimo trisettimanale, ancora di più nei pressi di corsi d’acqua e fontane. Per una volta economia ed ecologia possono andare di pari passo: le zanzare sono alla base della catena alimentare, e mentre i predatori delle larve sono poco efficaci si pensi che un pipistrello da solo può cibarsi di duemila zanzare adulte in una notte! Alloggi adatti a ospitarli in massa e diminuire i danni di un’epidemia di malaria furono costruiti in Stati del sud negli Usa. Studi approfonditi hanno appurato che le varianti che vivono nelle nostre città prediligono zanzare e moscerini, proprio quelli presenti nei nostri parchi!

I chirotteri (pipistrelli appunto) dal 1939 in Italia sono considerati un “bene indisponibile dello Stato” e quindi non si possono detenere, sopprimere né commercializzare. La soluzione è posizionare delle gabbiette, normalmente di legno, che siano facilmente accessibili e senza ostacoli nell’arco di qualche metro, così che i graditi ospiti le scelgano per riprodursi e diventare stanziali, e questa è la stagione giusta. Per maggiori informazioni sul corretto posizionamento delle bat box e sulle leggi in materia di tutela dei chirotteri visitate www.pipistrellus.it oppure il sito dell’Università degli Studi di Firenze www.msn.unifi.it dove viene anche descritto lo schema per autocostruire un alloggio gradevole per il nostro antizanzare ecologico e gratuito.

Attivisti del MoVimento 5 Stelle di “Gallarate in MoVimento”

Rispondi