Il Codacons si muove pure nella scuola

0
56

 

SEI UN PRECARIO DELLA SCUOLA PUBBLICA? UNO STUDENTE? PARTECIPI AI CORTEI DI DOMANI? REGISTRA UN VIDEOMESSAGGIO E INVIACELO, LA CONDIVIDEREMO SUI NOSTRI SOCIAL E PORTEREMO LE TUE DOMANDE AL GOVERNO

 

L’Associazione ha deciso non solo di aderire ai cortei organizzati per domani #5maggio dal personale della scuola pubblica (e dagli studenti) contro la presunta “Buona scuola” del governo Renzi ma di metterci la faccia: #mettiamociLaFaccia è l’iniziativa con cui il CODACONS darà visibilità a TUTTI i manifestanti che vorranno raccontare la propria storia, proporre accorgimenti alla riforma in discussione e evidenziare le criticità delle scelte adottate.

 

Registra un video, con il tuo smartphone, spiegaci le tue ragioni e manda un messaggio alle istituzioni (invia il tuo videomessaggio al numero 3315720924). Il tuo video-selfie sarà diffuso, e condiviso, sui nostri canali social e oggetto di uno speciale, in prima serata, sul canale televisivo dell’Associazione (CodaconsTv ch 695 DTTLazio streaming web www.codacons.it App CodaconsTv per dispositivi Ios e Android). Ci penseremo noi a portare le tue critiche e le tue proposte all’attenzione di chi di dovere.

 

Noi ci mettiamo la faccia perchè siamo impegnati da anni nella rivendicazione dei diritti del precariato pubblico (per la nostra azione storica clicca qui) e condividiamo le riserve avanzate dal personale scolastico nei confronti del progetto governativo: una “Buona scuola” solo a parole. Non può convincere, e non ci convince, il piano di assunzioni (con la chiusura definitiva della graduatoria ad esaurimento) che lascerebbe a casa ancora troppi aventi diritto. Non può convincere, e non ci convince, la mancata previsione di nuovi fondi da destinare all’edilizia scolastica (stanziati, invece, in favore delle scuole private!). E non può convincere, e non ci convince, il nuovo paventato metodo di valutazione e di scelta del personale scolastico.

 

Per tutti questi motivi #mettiamociLaFaccia. Insieme.

 

Rispondi