Intervento di Stefano Vanetti all’assemblea di Generazione Identitaria

0
47

Intervento di Stefano Vanetti  coordinatore al turismo di RIVA DESTRA VARESE, durante l’ assemblea nazionale del movimento GENERAZIONE IDENTITARIA, tenutosi in data 11 Aprile a Cinisello Balsamo.

Vanetti ha ringraziato Lorenzo Fiato, per l’ invito, e portato il saluto di RIVA DESTRA a nome del segretario nazionale Fabio Sabatani Schiuma e del coordinamento di Varese, dimostrando  l’ apprezzamento e condivisione per la battaglia politica  in difesa dei valori identitari.

“L’ Europa e l’ Italia delle mille patrie è l’obiettivo che ci poniamo , in un quadro più generale e in una cornice che rappresenti i tanti popoli, uniti da un comune sentire e non già costretti a subire una forzata e ricattatoria unità in nome della finanza di carta”(Vanetti).

La politica ha abdicato alla finanza, costringendoci al salasso della nostra economia, al sacrificio della famiglia, alla povertà del popolo, raccontandoci una storia inesistente e bugiarda. La finanza che guida il mondo globale, ha deciso per noi, che l’ Europa doveva unirsi in nome dell’EURO, quindi della speculazione monetaria, dei derivati, che hanno affamato e costretto il mondo occidentale a una crisi profonda, che ancora ci attanaglia, e nemmeno si intravede una ripresa, con il continuo indebitamento delle famiglie. Non è la nostra Europa, globalizzata, massificata, omologata, questi i temi trattati.

“Rivendichiamo la nostra identità dei mille campanili in Italia, e italiani in Europa, lottando, combattendo per riconquistare la sovranità e la autonomia politica ed economica dall’ Europa della burocrazia, dove le regole non valgono per tutti gli stati, ma soltanto per i più deboli e sottomessi, tanto da dover subire l’ ingiuria e gli sberleffi del mondo intero” (Vanetti).

Fuori dall’ EURO, per ricostruire su base culturale, l’ Europa unita senza ricatti per gli stati dalle economie più deboli, mentre occorre ricostruire l’ Italia ridando lustro alle nostre ricchezze puntando anche sulla nostra vera vocazione : IL TURISMO, in modo da smettere di essere preda di massonerie e multinazionali straniere. Questo è in sintesi il  messaggio all’assemblea. Ad oggi nel mondo politico,ribadisce Vanetti “vediamo in Matteo  Salvini, l’ unico interlocutore possibile, l’ unico che si avvicina al nostro pensiero, e comunque capace di dire ciò che pensa e per questo lo reputiamo l’ unico coraggioso. Siamo qui a dire che possiamo percorrere alcuni tratti di strada assieme, nell’ autonomia dei nostri movimenti per riconquistare l’ identità perduta e violentata dai mille interessi del signoraggio bancario”.

Redazione

Varese Press

 CG

 

Rispondi