Il sindaco Fabbri di Comacchio fa ancora parlare per i posteggi a pagamento

0
38

Le tariffe che si sono inventate:
“In media stagione (dal primo giugno al 30 giugno e dal primo al 15 settembre) la tariffa oraria sarà di 50 centesimi e quella giornaliera di 2,50 euro nei giorni feriali, che sale a 80 centesimi e 4 euro nei giorni festivi.

In alta stagione (primo luglio – 30 agosto) prezzi ovviamente più cari e omogenei lungo l’arco della giornata: 80 centesimi di tariffa oraria e 4 euro per quella giornaliera” ( www.estense.com).

Nonostante la raccolta firme e non poche: “Di fronte ad una protesta popolare così massiccia, determinata quanto civile e democratica – spiegano con una sola voce Ascom e Confesercenti – il sindaco Marco Fabbri ed il suo esecutivo non possono comportarsi come uno struzzo e nascondere la testa sotto la sabbia come se non fosse successo nulla”
Nessuno e nulla smuove il sindaco Fabbri, espulso da Grillo:
“A Comacchio hai mangiato a sbaffo l’anguilla, da buon genovese ti sei risparmiato i soldi per una chiamata per espellermi e non hai avuto nemmeno i coglioni per un confronto sul tema: prendo atto. Non sono mai stato un amante dei supereroi, non sarà di certo una persona a cambiare l’Italia. Marco Fabbri di certo no, ma il suo piccolo contributo lo sta dando e si sta sporcando le mani tutti i giorni, altri sbraitano e gridano”.(fonte Il Fatto Quotidiano)
Un vero signore questo Fabbri a giudicare da come si muove e come ascolta i cittadini, a quando le elezioni a Comacchio?

Giuseppe Criseo
www.varesepress.info

Rispondi