Giuseppe Terziroli, ci propone la valle incantevole della Madonnina del deserto di Bobbiate.

0
76
La valle incantevole della Madonnina del deserto di Bobbiate.

La valle boschiva tra il colle Campiglii a nord, i nuclei rurali di Calcinate degli Orrigoni e di Lissago, il rione di Bobbiate comprendono un incantevole sito attraversato dal torrente Simonina, dove noccioli e robinie fanno da quinta gigantesca.
All’inizio del XX secolo la piccola verde valle percorsa dal ruscello ed i terreni circostanti erano all’interno del territorio del comune autonomo di Bobbiate. I terreni appartenevano alla casata Macchi Zonda famiglia della ricca borghesia Varesina.
Secondo quanto tramanda il racconto popolare l’idea di erigere il nuovo luogo sacro venne a Emma Macchi Zonda in concerto con il coadiutore poi parroco don Carlo Gorla : la possibilità di adattare il singolare anfratto come se fosse copia della grotta di Lourdes. Il progetto fu portato a termine il 16 luglio 1902 con la cappella consacrata e dedicata a Maria Immacolata. Emma Macchi Zonda consorte del commendatore Silvio fu una donna di grande generosità sia a Bobbiate , Valle Olona, ma soprattutto nei confronti dell Ospedale di Varese risultando la più grande benefattrice.
Continuando con il professor Renzo Talamona la riscoperta dei siti storici più importanti della nostra città siamo stati chiamati questa mattina dal geometra Vito Lodi Presidente della Associazione amici della Madonnina.
Mentre l’amico Renzo già da domani si attiverà con le sue ricerche invito le pubbliche prego autorità e soprattutto stampa tv siti web d’arte a dare conoscenza e indirettamente un aiuto a chi volontariamente sta seguendo giornalmente il destino di questo eccezionale sito di religiosità, arte ecologia e mi rivolgo a Matteo Inzaghi Matteo Bollini Fabio GandiniRiccardo Prando Diana Agostinelli Giuseppe Criseo Antonio ZaffaroniMario Chiodetti Andrea Giacometti Varese report,Alberto Pedroli solo per fare qualche citazione
L’altare della grotta, che cela un antica pietra d’altare, è stato progettato dall’artista Lodovico Pogliaghi.
Nel corso del prossimo mese di maggio saranno celebrate le tradizionali festività del Rosario mentre un’acqua perenne sgorga in continuazione così come a Lourdes dove mi sono recato lo scorso anno riscontrando una sostanziale dimensione di fede così come ho provato questa mattina a Bobbiate ;erano presenti dei turisti provenienti dalla Sicilia.
La croce installata 10 anni or sono fà da sostegno mentre il benemerito geometra Lodi insieme ai suoi amici di Bobbiate rivolge un pressante aiuto a tutti i varesini perché tramite me ed il professor Talamona la stampa , molto letta nel rione di Bobbiate ,
ne possa parlare al più presto.
Giuseppe Terziroli, collaboratore di Varese Press

foto di Giuseppe Terziroli.
foto di Giuseppe Terziroli.
foto di Giuseppe Terziroli.
foto di Giuseppe Terziroli.
foto di Giuseppe Terziroli.

Rispondi