“Cupio dissolvi”, espressione di moda utilizzata dai politici

0
35

Cupio dissolvi. (http://motti-latini.dossier.net/motti-latini-c.html)
Desiderio d’essere dissolto. – L’espressione ha la sua origine in san Paolo, il quale nella I^ lettera ai Filippesi scrive, secondo il testo della Vulgata, desiderium habens dissolvi et cum Christo esse, avendo il desiderio d’essere sciolto dal corpo per essere con Cristo. Col tempo però il senso originario di cupio dissolvi si è via via trasformato, per indicare in genere un desiderio di mistico annientamento in Cristo, e il motto è stato assunto a simbolo di aspirazione a una vita ascetica, di rinuncia alla personalità annullando il proprio io per immedesimarlo in Dio.

Bondi: siamo al cupio dissolvi, nella polemica a Destra contro Fini, e diceva:

“se siamo giunti a questo punto, lo si deve non al legittimo diritto al dissenso, non alle critiche in positivo che possono essere rivolte al governo o al partito, ma ad una sorta di cupio dissolvi, ad una mania distruttiva, indifferente ad ogni valutazione della realtà, che interviene nei politici di professione quando non sentono soddisfatte appieno le loro aspirazioni e i loro interessi personali»

Fitto: “Il Cav ha scelto il cupio dissolvi”.

Il “cupio dissolvi”si applica bene all’abbandono di Bondi e Repetti, figure cardine e del “cerchio magico” di Berlusconi.

Uscendo dalla citazione colta si potrebbe dire sfascio tutto o qualcosa di simile.

La politica italiana è sempre più divisa ( anche a sinistra), i problemi sono così gravi che ci si divide più che unirsi.

 

G.C. redazione Varese Press

Rispondi