Allarme bomba contro Gemanwings – volo interrotto a Colonia-Bonn (Köln-Bonn)

0
67

Allarme bomba contro Gemanwings – volo interrotto a Colonia-Bonn (Köln-Bonn)

Pubblicazione del 13.04.2015

Un allarme bomba nella sera di domenica del 12 aprile 2015 all’aeroporto di Colonia-Bonn ha provocato il blocco di un aereo della Germanwings. I 132 passeggeri hanno dovuto abbandonare l’aereo. Però fortunatamente non è stata trovata nessuna bomba.

La Germanwings ha fatto presente che la minaccia contro l’Airbus A320, con il numero di volo 4U826 per Milano, è stata comunicata dalla polizia federale tedesca (Bundespolizei) mentre l’aereo si portava in posizione di decollo. Non appena ricevuta l’informazione il pilota ha interrotto la manovra e ha portato il velivolo nell’apposita posizione dedicata a tali casi di minaccia. Da lì i 126 passeggeri e i 6 membri dell’equipaggiamento hanno potuto lasciare l’aereo in maniera ordinata grazie alle apposite scale di sbarco e imbarco.

La portavoce della polizia federale ha comunque fatto sapere che né i cani né i ricercatori della polizia sembrano hanno trovato qualche cosa. La polizia federale ha quindi ridato il via libera alla compagnia e l’aereo è stato poi rimesso in circolazione. Il bagagliaio sarebbe essere stato controllato la sera stessa. La polizia federale ha anche interrogato allungo i passeggeri chiedendo loro se avessero notato delle anomalie.

La minaccia è stata comunicata all’aeroporto tramite mail alle 18.05. Alle 18.25 la polizia federale ha quindi avviato le misure di protezione.

Originariamente il volo 4U826 avrebbe dovuto decollare per Milano-Malpensa alle 18.20. Nell’arco della serata la partenza è stata poi spostata per le 23. In realtà il volo sembra poi essere avvenuto alle 1 del giorno dopo. La compagnia aerea aveva comunicato che si sarebbe impegnata per mettere a disposizione dei passeggeri altre alternative di volo.
20 passeggeri si sono ritirati dal volo. La compagnia aerea non ha comunicato nulla in proposito.

Già nel marzo di questo anno è caduto un aereo della Germanwings. Gli investigatori presumono che si tratti di un atto premeditato del copilota Andreas Lubitz.

Luigi D’Aloia – Quo Vadis – Berlino

Rispondi