Confapi Varese sigla accordo con i sindacati CGIL-CISL UIL

0
54

Buongiorno,

con la presente vi allego un file che riassume il nuovo accordo che Confapi Varese ha siglato con i sindacati CGIL-CISL UIL, con cui si favorisce l’avvicendamento generazionale all’ interno delle aziende.
Vi chiedo la disponibilità nella pubblicazione sui vostri portali di informazione o giornali del comunicato in allegato. Il tema dell accordo è il rilancio delle attività produttive e dell occupazione, la necessità di valorizzare gli strumenti finalizzati ad agevolare l ingresso dei giovani nel mondo del lavoro e la progressiva uscita per coloro che acquisiscono il diritto di pensione.
Allego foto del nostro responsabile Sindacale Piero Baggi.
piero_baggi
Resto disponibile per ulteriori chiarimenti, attendo un vostro feedback.

Cordiali saluti

Pasqualina Borrelli
Comunicazione e Grafica
CONFAPI VARESE
Viale Milano, 16 – Varese – CAP: 21100
Tel: +39 0332 830 200 interno 338
Fax: +39 0332 830 900
E-mail: grafica@api.varese.it
Web: http://www.api.varese.it/web/

———————-
Accordo tra CONFAPI Varese, CGIL, CISL dei Laghi e UIL Varese
Insieme per aiutare “il ponte generazionale”.

Il 13 aprile 2015 è stata siglata un’intesa tra CONFAPI VARESE e CGIL-CISL-UIL grazie alla quale si favorisce l’avvicendamento generazionale all’interno delle aziende.
L’accordo si inserisce nella logica del decreto emanato da Regione Lombardia per l’attuazione del c.d. “Ponte generazionale”, con il quale si favorisce il passaggio a part time di lavoratori vicini alla pensione, garantendo loro piena contribuzione pensionistica a fronte dell’assunzione contestuale di giovani lavoratori.
Possono accedere al ponte generazionale lavoratori a cui mancano un minimo di 12 ed un massimo di 48 mesi al conseguimento del diritto alla pensione.
I lavoratori che manifesteranno la propria volontà di aderire al progetto potranno ridurre l’orario di lavoro fino ad un massimo del 70% dell’orario stesso, e contestualmente, Regione Lombardia garantirà la piena contribuzione pensionistica.
Le aziende, dal canto loro, inseriranno giovani tra i 18 ed i 29 anni al fine di garantire un saldo occupazionale positivo.
Soddisfazione per l’intesa raggiunta è stata espressa da Mirco Mendogni – Direttore generale di Confapi Varese, Piero Baggi – Vice Direttore e Responsabile delle relazioni industriali, unitamente alle rappresentanze sindacali in persona dei loro segretari provinciali: Umberto Colombo – Segretario generale Cgil Varese; Marco Roberto Pagano – Segretario generale aggiunto Cisl dei Laghi; Antonio Massafra – Segretario generale Uil Varese.

Rispondi