Venerdì 20 Marzo p.v. alle ore 15,30 é convocata la prima riunione per l’avvio della Costituente dei Popolari di Regione Lombardia.

0
29

la Federazione dei Popolari Italiani sorta a Roma il 3 Novembre 2014 (vedi documento costitutivo) si è riunita il 17 Gennaio 2015 assegnando a Mario Mauro il ruolo di coordinatore nazionale,  al sottoscritto il compito di coordinare l’avvio delle costituenti regionali popolari del Nord; all’amico Maurizio Bertucci per le regioni dell’Italia centrale e all’amico Renzo Rivellini per quelle dell’Italia meridionale e isole.

Dopo la Costituente dei Popolari del Veneto, Liguria, Umbria ed Emilia e Romagna è nata Venerdì 20 Febbraio  la Costituente dei Popolari della Toscana.

La costituente civica e popolare del Veneto è stata il primo modello sorto in Italia seguendo un interessante percorso: documento costitutivo (Monte Berico 26 settembre 2014) al quale hanno aderito rappresentanti di partiti, associazioni, gruppi, movimenti e singole persone, i quali, conservando la loro autonomia associativa, si sono dichiarati interessati e impegnati a concorrere al processo di ricomposizione dell’area popolare in Italia, proprio a  partire dalle loro comunità di riferimento.

Tre seminari di studio sul tema: sussidiarietà e welfare; sussidiarietà ed economia; sussidiarietà e istituzioni hanno rappresentato lo strumento grazie al quale abbiamo potuto derivare il Manifesto dei Popolari per il Veneto.

Trattasi di un modello facilmente replicabile in tutte le realtà regionali con gli opportuni adattamenti.

L’obiettivo della Federazione è quello di ricomporre l’unità dei popolari secondo i valori fondanti della dottrina sociale cristiana: centralità della persona e politiche fondate sui principi della sussidiarietà e solidarietà, unici antidoti efficaci ai disvalori che accompagnano l’attuale fase della globalizzazione e del trionfo del finanz-capitalismo che mette in crisi con l’economia reale, la condizione sociale delle persone, lo stato di diritto e la stessa democrazia dei singoli stati nazionali;  strutture obsolete da ripensare in un’ottica trans nazionale.

Con l’avvio delle costituenti regionali dei popolari, strumenti aperti, inclusivi e di ampia partecipazione democratica, si darà  sostanza e forza alla Federazione dei Popolari Italiani che dovrà raccogliere le migliori energie popolari esistenti nel Paese e procedere a:

1)   organizzare la “Nuova Camaldoli” dei Popolari italiani: una grande assemblea politico programmatica attraverso  cui redigere  il Manifesto dei Popolari per l’Italia;

2)   dar vita al nuovo soggetto politico laico, democratico, popolare, liberale, riformista, europeista, trans nazionale, ispirato ai valori dell’umanesimo cristiano, inserito a pieno titolo nel Partito Popolare Europeo, da riportare ai principi ispiratori dei padri fondatori Adenauer-De Gasperi – Schuman;

3)   offrire finalmente al terzo stato dei ceti produttivi e popolari italiani lo strumento politico di rappresentanza di cui oggi è totalmente orfano, ragione decisiva dell’astensionismo elettorale e del rifiuto di una politica ridotta al trasformismo dilagante, privo di ogni riferimento all’etica, dentro e fuori il parlamento e nelle altre sedi politico istituzionali.

Per avviare la costituente dei Popolari della Lombardia, MAURO-0-697x465

L’incontro si terrà a BRESCIA,  presso la Sala del Chiostro  del Convento San Pietro in Oliveto, Via del Castello  8/10.

Si prevede che saremo impegnati fino alle ore 18.

Conto sulla tua partecipazione che ti prego di confermarmi con un SMS o mail di risposta.

Un caro saluto

Ettore Bonalberti

Presidente A.L.E.F. (Associazione Liberi e Forti)

socio fondatore Associazione Democrazia Cristiana e coordinatore delle Regioni del Nord della Federazione dei Popolari Italiani

Via miranese 1/A

30171-Mestre-Venezia

tel. 335 5889798

ettore@bonalberti.com

info@bonalberti.com

www.insiemeweb.net

www.don-chisciotte.net

www.alefpopolaritaliani.eu

 

Rispondi