Lidl risponde a Varese Press sulla vicenda degli alimentari buttati

0
46

Prendendo spunto dalle segnalazioni indignate di nostri lettori che vedono buttati e non solo letteralmente, quantità ingenti di cibo che potrebbero sfamare tanti nostri connazionali, abbiamo scritto alla direzione della Lidl che ci ha risposto.
Vi proponiamo la nostra segnalazione e a seguire la risposta in forma integrale della Lidl stessa.

“Ci sono giunte segnalazioni che a fine giornata gli alimentari vengono buttati nella spazzatura anche se ancora utilizzabili
Possibile non si possano recuperare ? Penso al punto di Somma Lombardo in cui abito per es.
Giuseppe Criseo Editore giornale on line www.varesepress.info”

Ecco quanto ricevuto:
lidl
Egregio dott. Criseo,

In riferimento alla Sua richiesta Le comunichiamo che, nell’ottica della massima tutela del consumatore, la
merce smaltita nei nostri punti vendita riguarda i prodotti che Lidl non ritiene più vendibili, poiché non più
rientranti nei rigidi canoni di qualità dell’azienda. Il processo di smaltimento avviene in ottemperanza alle
norme di conservazione del prodotto, HACCP ed alle disposizioni legislative nazionali e locali vigenti.
Per quanto concerne, invece, la donazione dei suddetti prodotti ad organizzazioni caritatevoli, Lidl Italia sta
vagliando alcune soluzioni, che, sempre garantendo gli alti standard qualitativi ed il rigido rispetto di tutta
la normativa in materia, permettano il recupero di questi prodotti.

Cordiali Saluti / Mit freundlichen Grüßen

Laura Fiorini
Ufficio Stampa
————————————————————–
Lidl Italia S.r.l.
Via Augusto Ruffo, 36 – 37040 – Arcole (VR)
www.lidl.it – facebook.com/lidlitalia
Tel. +39 045.61.35.100
e-mail: stampa@lidl.it

Rispondi