Corsaro lascia Fratelli d’Italia, intervista esclusiva per Varese Press

0
58

corsaro lascia

Le nostre domande a Massimo Corsaro, dopo il suo abbandono da Fratelli d’Italia


1)Il progetto di FdI è finito anche a causa delle liti interne ?

da parte mia non ho mai sollevato liti interne; anzi se devo rimproverarmi qualcosa é forse di non aver alzato i toni del dibattito sulla linea politica, su cui sono pubblicamente critico da tempo, e che costituisce l’unico vero elemento che mi ha indotto – con rammarico – ad uscire.

2) Giorgia Meloni unica leader come Silvio e Renzi?
sarebbe un peccato di presunzione pensare che Giorgia, le cui capacitá sono indubbie, possa interpretare un ruolo simile a quello di Berlusconi e Renzi. Uno aveva a disposizione un impero mediatico e finanziario personale; l’altro si é impadronito della struttura e dei collegamenti del vecchio PCI. Lei si affida solo ad un gruppo di volenterosi che lavoravano con lei ai tempi in cui presiedeva il movimento giovanile di AN.

3)FdI è succube delle scelte di Berlusconi?

FdI nacque perché decidemmo di lasciare il PDL, denunciando la fine della stagione politica di Berlusconi. Poi per lungo tempo, siamo sembrati comunque riferibili all’ex Cavaliere. Sono stati fatti prevalere i tatticismi: una volta c’era da cercare l’intesa sulle regionali; un’altra si chiedeva spazio sulle tv; un’altra ancora lo si teneva buono perché “non sappiamo come uscirà la nuova legge elettorale”. Il coraggio iniziale non é stato replicato nella quotidianità

4) Quale potrebbe essere il nuovo partito della Destra se non FdI e Salvini?

il centrodestra attuale é morto: FI ë la caricatura parossistica di sé stessa; NCD non é mai stata un progetto vero; FdI si é involuta appannandosi tra parole d’ordine di Landini e presenze comprimarie alle manifestazioni della Lega. E quest’ultima sta crescendo perché interpreta la protesta che fu di Grillo, sapendo di non poter assumere un ruolo guida nella competizione alla sinistra. Come avrebbe detto Bartali: é tutto da rifare

5)Intende costruire un nuovo soggetto?

ci sono già troppi presuntuosi che pensano di fare liste personali. Io penso e spero che, dopo le elezioni di primavera, finirà di crollare ciò che ancora residua e sarà il tempo della ricostruzione. Il lavoro sarà lungo e bisognerà evitare scorciatoie. Spero di lavorare in quel cantiere.

Giuseppe Criseo
www.varesepress.info

Rispondi