21 marzo Forest day: foreste alleate del clima

0
69

Il 21 marzo è stato dichiarata dall’ONU “Giornata Mondiale delle Foreste”: Il tema richiamato è proprio quello che lega i ‘polmoni del pianeta’ al clima. Il ruolo delle foreste sul clima è sottolineato anche dal WWF che per la Giornata dedicata ha preparato una campagna virale sui Social con vignette, grafici e immagini delle foreste più belle del pianeta, da condividere con #forestday .

Le foreste, infatti,  assorbono CO2 e aiutano a regolare il cambiamento climatico. Circa 1,31 miliardi di ettari di superficie forestale (circa un terzo di tutta la copertura forestale mondiale) viene classificata come territorio forestale intatto (Intact Forest Landscapes, vedasi il sitowww.intactforests.org) ; di questi il 50% si trova nelle aree polari e e con regimi climatici nevosi , il 46% nelle aree equatoriali e il 3% nelle zone temperate. Circa 1.6 miliardi di persone al mondo sono supportati dagli ambienti forestali del pianeta, 300 milioni vivono nelle foreste e , tra questi, vi sono ancora circa 60 milioni di individui indigeni.

“Gli alberi hanno la capacità  di trasferire enormi quantità di acqua dal suolo all’atmosfera, attraverso il meccanismo della traspirazione. Sono ben 20 i miliardi di tonnellate di acqua che ogni giorno vengono utilizzate nei fenomeni di traspirazione (l’equivalente di 20.000 miliardi di litri e, giusto per dare un’idea di tale quantità, il volume del Rio delle Amazzoni.  La deforestazione mette a rischio tutto questo affascinante e complesso sistema, con una drastica riduzione dei meccanismi di evapotraspirazione, alterazione nella formazione delle nubi, nella dinamica delle precipitazioni e nei prolungamenti delle stagioni secche con diffusione dei processi di aridificazione in diverse aree amazzoniche – ha dichiarato Gianfranco Bologna, direttore scientifico del WWF Italia – La deforestazione e la degradazione degli ambienti forestali sono responsabili globalmente di circa il 20% delle emissioni di gas serra. La lotta alla deforestazione deve diventare un obiettivo prioritario se vogliamo combattere il cambiamento climatico. Più tardi interveniamo, più si allontana la probabilità di ridurre gli impatti del clima sugli habitat e sulle specie così come le conseguenze per molte popolazioni”.

Il cambiamento climatico è una delle minacce più devastanti per gli ecosistemi, la biodiversità, la straordinaria ricchezza della vita sulla Terra grazie alla quale deriviamo il nostro benessere e il nostro sviluppo  e la vita di centinaia di milioni di persone sul pianeta.

Le foreste in genere, sottolinea il Quinto Rapporto IPCC, sono attualmente un serbatoio (sink) netto di carbonio su scala globale. Si stima che le foreste in buone condizioni capaci di rigenerarsi attualmente contengano 860 miliardi di tonnellate di carbonio (più o meno 70 miliardi) ed hanno sequestrato intorno ai 4 miliardi di tonnellate di carbonio (più o meno 700.000 t) tra il 2000 ed il 2007. Mediamente il rilascio di carbonio dovuto ai cambiamenti di utilizzo del suolo è di 2.8 miliardi di tonnellate (più o meno 400.000 tonn.).
Molti modelli suggeriscono che la crescita delle temperatura, le siccità e gli incendi possano condurre le foreste a diventare un debole serbatoio o, addirittura, una fonte di emissione netta di carbonio entro la fine di questo secolo.

http://www.wwf.it/news/notizie/?14620/21-marzo-Forest-day-foreste-alleate-del-clima

 

Rispondi