Pisapia pronto a vendere Sea

0
73

Pisapia-vuole-i-soldi-1024x580

Pisapia pronto a vendere Sea

pisapia

Il comune di Milano ha problemi di bilancio a seguito dei tagli governativi e si prepara a vendere Sea dopo l’Expo.

Pisapia non sta a sinistra? La sinistra non appoggia Renzi? Si mettessero d’accordo tra loro senza ulteriori beffe ai danni dei cittadini.

Da più parti si parla di vendita ora pure in Forza Italia il capogruppo Tatarella si dichiara “non contrario”.

“Non sono contrario. Per me, a differenza di alcuni esponenti del centrosinistra, non è un tabu scendere al di sotto del 50 per cento. Ma non tanto per ammortizzare i costi della M4, che è quello che dice l’ad di F2i Ravanelli, e che pure può essere sensato, ma soprattutto se F2i dimostra di avere un progetto per gli scali milanesi e soprattutto per Malpensa, che andrà in sofferenza dopo l’accordo con Etihad. Forse è meglio un privato, visto che come Comune non stiamo esercitando in alcun modo la governance nella società”. (Affari Italiani)

L’analisi che fa Tatarella  è che Pisapia non governa come dovrebbe per cui meglio il privato.

Io dico che bisognerebbe sentire utenti e lavoratori interessati.

Il disegno è stressare il personale, ammazzarlo di lavoro con l’Expo e poi vendere.

Siamo che in mano privata andrà tutto meglio? In base a quali piani, a quali progetti?

Il tutto si continua a giocare a livello politico romano e ora milanese, ma il risultato è che Malpensa potrebbe andare meglio se ci fosse più di impegno di tutti gli attori, certo se il disegno è vendere e dare tutto in mano alle cooperative, allora non va bene.

Non va bene ai comuni che vedranno crescere la disoccupazione e il precariato, e non hanno fondi sufficienti ad aiutare tutti, ma soprattutto non va bene finire in mano a cooperative che pagano al massimo cinque euro all’ora e cambiano denominazione e contratti ogni due anni come avviene ora.

Dopo il demansionamento per legge di Renzi, le privatizzazioni di Pisapia e l’occhiolini ammiccante di altri nei vari partiti, cosa dobbiamo aspettarci?

Giuseppe Criseo

Segretario Generale

Sindacato Europeo dei Lavoratori

www.sindacatoeuropeolavoratori.it

 

Rispondi