PRIMO MAGGIO FESTA DEI LAVORATORI NEL MONDO…O GIORNATA DI LUTTO NAZIONALE PER I NOSTRI DISOCCUPATI?

0
169

La giornata del primo maggio si identifica da molti anni come la giornata della festa del lavoro nel mondo!

 Purtroppo le condizioni di lavoro e di occupati, nel nostro paese anche quest’anno dopo il decimo anno di crisi economica, non sono molto cambiate ,di cui il tutto è partito con l’avvento della grande crisi  iniziata nella primavera del 2007. Questa crisi partita con il fallimento di una grande banca che dava da lavorare a 300 mila dipendenti, si trattava della banca d’investimenti  Americana  Lehman Brothers, che nei fatti finanziava tutti i mutui edilizi del mondo per l’acquisto della casa! Da notare che il settore della EDILIZIA è uno dei settori trainanti della nostra economia! Infatti 36 settori economici sono agganciati all’Edilizia! Quindi quando questo settore va in crisi (come in questo caso) trascina nella crisi tutti gli altri settori, generando una catastrofe economica? Pertanto, con il fallimento di questa grande banca, non solo si sono fermati tutti i mutui del mondo, ma ciò ha messo anche  in pericolo di fallimento tutto il sistema bancario del mondo, rivelando i titoli spezzatura e quindi costringendo i singoli governi a fare dei salvataggi delle banche,con l’immissione di centinaia di miliardi di euro nel circuito bancario.

Quindi tutto il sistema a cascata è andato in crisi nel mondo ed ha determinato la chiusura di molte aziende, in particolare nel nostro paese, tutto ciò ha generato milioni di disoccupati, con un pesante impoverimento del tessuto socio-economico?

Va detto che l’amministrazione Americana di Obama, non ha mosso un dito per impedire il fallimento della suddetta banca, i cui effetti negativi sono destinati a farsi sentire ancora per alcuni anni in parecchie zone del mondo, Italia compresa?

In questo quadro l”Italia è uno dei paesi che ha pagato è sta pagando, dei prezzi altissimi, con circa 4 milioni di disoccupati? Con i nostri giovani senza un futuro, dove spesso sono destinati ad emigrare in Germania, Gran Bretagna, Francia, Giappone ecc.. A ciò si aggiunge circa 5 milioni di famiglie con un livello di impoverimento molto alto;  con oltre 50 mila persone senza tetto, più tutti i senza tetto creati dal terremoto, che ancora sono in attesa dell’intervento dello stato? Non sto a ribadire le altre decine di grandi problemi che abbiamo come Italia?

Ma davanti a tutto questo disastro, il nostro governo cosa fa: Mette  4,5 miliardi di euro nel bilancio previsionale del 2017 per aiuti agli immigrati, definendo quest’ultimi una risorsa per l’ITALIA?

Tutto questo è una vera VERGOGNA; oltre che una coltellata in faccia ai nostri 4 milioni di disoccupati; con un grande dispetto verso i  nostri giovani;  ed un insulto alle nostre 5 milioni di famiglie povere! In oltre ancora, questo operato del governo verso gli immigrati che è una vera invasione è offensivo dell’intelligenza di tutti gli Italiani!

Definire gli immigrati una: “RISORSA” PER IL NOSTRO PAESE E’ UNA FORZATURA INAUDITA ED INACCETTABILE! 

Quindi in questa drammatica situazione di povertà, disoccupazione ed estrema condizione di precarietà della nostra gente, non vedo cosa ci sia da festeggiare al PRIMO MAGGIO. 

Mi permetto di suggerire ai sindacati, che sarebbe opportuno cambiare la dicitura: festa del lavoro del primo maggio, con: GIORNATA DI LUTTO NAZIONALE PER I NOSTRI DISOCCUPATI!

Malnate,30/04/2017.

Di Giovanni Boccellato, della Direzione Nazionale di Rivoluzione Cristiana.

Rispondi